Iscrizione
Ultimo Accesso
Post Recenti
postato in "LO STRUMENTO VOCE" Dr Foniatra Stefano Brambilla per saperne di più

Il quadro endoscopico che descrive può dipendere da cause differenti.
La prima cosa da prendere in considerazione, in presenza di un sottoslivellamento di una corda vocale, è la possibilità di un interessamento del nervo laringeo superiore omolaterale (per poter escludere questa ipotesi occorre valutare altri segni endoscopici, quali la motilità di entrambe le corde vocali, il loro tono e la lunghezza delle corde vocali e se la commissura posteriore risulta deviata).

In presenza di una ridotta motilità della corda vocale interessata si potrebbe pensare ad un'anchilosi dell'articolazione cricoaritenoidea.

In ultimo, come anticipato dal collega che l'ha visitata, potrebbe trattarsi di un problema posturale, facilmente identificabile prendendo in esame la postura generale e valutando le caratteristiche dell'adduzione cordale in diverse posizioni del capo.

Naturalmente il trattamento più indicato dipende dalla diagnosi.

Un carissimo saluto.

postato in "LO STRUMENTO VOCE" Dr Foniatra Stefano Brambilla per saperne di più

Il post è un po' datato, ma la questione è più che mai attuale, anche se la sigaretta elettronica è passata un po' di moda.
Allo stato attuale tutti gli studi escludono la presenza di componenti nocive all'interno del liquido, utilizzato nella sigaretta elettronica. Anche la possibile presenza di metalli pesanti è stata confutata (perlomeno per quanto riguarda i prodotti regolari a marchio CE).
Il mio consiglio per tutti i fumaroti è di smettere semplicemente di fumare, ma se proprio non potete farne a meno certamente la sigaretta elettronica può essere una scelta utile.

Mi limito a far osservare un dettaglio. Per quanto la sigaretta elettronica sia attualmente da considerarsi innocua (ed in ogni caso meno dannosa rispetto al fumo della sigaretta tradizionale), essa non elimina una delle componenti predominanti del vizio del fumo, ossia l'abitudine. Mantenere l'abitudine a inalare il fumo (nella fattispecie il vapore della sigaretta elettronica) comporta il rischio di ricadere nel vizio.

Un carissimo saluto.

postato in "LO STRUMENTO VOCE" Dr Foniatra Stefano Brambilla per saperne di più

Dopo un intervento di fonochirurgia è sempre indicato un ciclo di trattamento logopedico ed è inoltre essenziale continuare a farsi seguire da un vocal coach che sia al corrente della situazione e del pregresso intervento.

postato in "LO STRUMENTO VOCE" Dr Foniatra Stefano Brambilla per saperne di più

Buongiorno,
le corde vocali non possono semplicemente definirsi "sane" oppure no. Se c'è stata una modificazione nella voce cantata, nel settore tonale, e se a ciò si aggiungono sintomi quali la sensazione di muco, fastidio, affaticamento vocale, o persino dolore, certamente il foniatra sarà in grado di riscontrarne la causa. Essa può consistere in un problema organico a carico dell'apparato fonatorio, oppure in un problema di modalità di emissione. In entrambi i casi con una visita foniatrica è possibile identificare l'origine del problema.

Un carissimo saluto.

postato in "LO STRUMENTO VOCE" Dr Foniatra Stefano Brambilla per saperne di più

Da ciò che lamenti è possibile che vi sia un edema cordale, che può vedere la sua causa in differenti fattori (tra cui anche il reflusso).
Dubito possa trattarsi di un asma: i sintomi che riferisci vanno ricercati osservando con attenzione le corde vocali (diplofonia nei tenuti, problemi nel passaggio) e la qualità dell'adduzione.

Se il problema non si è ancora risolto (mi scuso per il ritardo nella risposta) ti suggerisco di rifare una visita.

Un carissimo saluto.

postato in "LO STRUMENTO VOCE" Dr Foniatra Stefano Brambilla per saperne di più

Uno dei problemi di chi incomincia lo studio del canto dopo aver cantato da autodidatta è la percezione iniziale di non essere più in grado di fare ciò che prima si faceva "bene".
Fa parte della didattica, nell'ambito della quale occorre, al di la del metodo impiegato, eliminare una serie di atteggiamenti erronei per poi impostare, con il tempo dovuto, una tecnica corretta.

Occorre rivolgersi ad un buon insegnante, avere pazienza, e soprattutto fidarsi di lui/lei.

I risultati non tarderanno a giungere.

Ciò anticipato io ho i metodi che prediligo in ambito di ear training, ma non è questa la sede in cui parlarne (rimando alla sezione "tecnica" ove i molti docenti che frequentano questo forum sapranno aiutarti) in quanto non voglio prevaricare il lavoro svolto dall'insegnante.

Un abbraccio!

postato in "LO STRUMENTO VOCE" Dr Foniatra Stefano Brambilla per saperne di più

Purtroppo i tempi di attesa nel pubblico sono questi e si associano spesso a servizi qualitativamente scarsi. Ne sanno qualcosa i vecchi utenti del forum che sono accorsi in massa a protestare quando è stato tolto il servizio di foniatria che avevo istituito in un noto ospedale pubblico. Nel privato i tempi di attesa sono nulli, puoi scegliere lo specialista che preferisci e, soprattutto, troverai una risposta ai tuoi problemi. I costi sono variabili da professionista a professionista. Se mi contatti sul mio profilo di facebook ti posso dire quanto costa una visita privata con me.

Discorso sul privato e pubblico a parte il mio consiglio è comuqnue quello di rivolgerti ad un foniatra che abbia specifiche e comprovate competenze in ambito di foniatria artistica, altrimenti corri il rischio di non trovare una soluzione al tuo problema.

Un abbraccio,

postato in "LO STRUMENTO VOCE" Dr Foniatra Stefano Brambilla per saperne di più

Molto probabilmente vi sono più cause a determinare il problema. Una è certamente l'allergia, ma se con la terapia desensibilizzante e lanti-istaminico la soluzione non si è risolta al 100% si debbono ricercare altri fattori o concause.

postato in "LO STRUMENTO VOCE" Dr Foniatra Stefano Brambilla per saperne di più

Premettendo che per poter dire se puoi cantare senza rischi dovrei vedere il quadro endoscopico delle corde vocali, mi pare tuttavia da ciò che mi racconti (e soprattutto considerando che il carico vocale è estremamente limitato, in termini di tempo) che si tratti di un fenomeno acuto e che non è necessario interrompere il canto.

Tuttavia ti consiglio di prendere in considerazione, prima o poi, di effettuare una visita foniatrica per valutare la tua laringe, il livello tecnico e l'adeguatezza del repertorio.

Un carissimo saluto.

postato in "LO STRUMENTO VOCE" Dr Foniatra Stefano Brambilla per saperne di più

Donna Elvira ti prego di dammi del tu.
Sai che altrimenti mi sento vecchio Smile
Edematose significa che si deposita del liquido tra la mucosa di rivestimento delle corde vocali e il sottostante legamento vocale.
In questi casi piuttosto che la terapia farmacologica a base di diuretici io prediligo l'uso di integratori a base di Boswellia, oppure di Bromelina.

Un abbraccio!