Iscrizione
Ultimo Accesso
Post Recenti
postato in TECNICA per saperne di più

Per caso bisogna sentire come dell'aria calda che passa attraverso la zona che sta all'altezza del diaframma, durante la fase dell'espirazione? non è la pancia che si gonfia in realtà, almeno non la parte bassa. La parte bassa rimane nella cavità toracica mentre la parte alta si gonfia e senti l'aria che circola....

postato in "CORSO" ON LINE per saperne di più

secondo me è quello dell'inspirazione, stare in pausa per tre secondi, e espirare.

Se non ho capito male, infatti, tale esercizio ti consente anche di individuare il muscoletto interessato. Una volta individuato non servirà più fare la pausa, ma semplicemente inspirerai, anche poco, non è necessario che sia profondo, e poi durante la fase dell'espirazione e emissione della voce appoggerai sul muscoletto che hai sentito durante l'esercizio. Senza appoggiare troppo per evitare che i muscoli addominali si obliquino troppo....

se non ho capito male funziona così la fase della respirazione diaframmatica giustoooooo?????

tutto sta nel capire dove effettuare l'appoggio...ma allora perchè alcuni sostengono che è necessario anche contrarre i muscoli nella zona del basso ventre per fare uscire meglio il suono? è proprio necessario??

postato in TECNICA per saperne di più

premetto che ho un'amica che insegna canto quindi chiederò conferma anche a lei, però per soddisfazione personale chiedo prima qui Smile)

allora ho iniziato con il solito esercizio di inspirazione, pausa per tre secondi, espirazione. praticamente questo esercizio serve per capire quale sia il punto di appoggio, perchè al termine dell'espirazione, se fatta bene, ti senti come un muscoletto, un qualcosa che sta li in fondo, credo che sia il punto dove bisogna fare l'appoggio.
Quindi dopo averlo localizzato praticamente inspiro, poco, non è necessario molto, l'importante è che l'aria arrivi fino al basso ventre che rimarrà, durante l'espirazione, nella cavità toracica.(anzi se faccio inspirazioni profonde poi mi sembra di non respirare correttamente, non so se è una sensazione normale) , e quando inspiro emettendo il suono della voce appoggio li dove sento il muscoletto. ovviamente senza appoggiare troppo, perchè i muscoli dell'addome non devono mettersi in modo troppo obliquo, ma praticamente sento come se l'aria attraversasse quella zona, un'aria calda è piacevole...( leggendo cose teoriche ho letto anche che bisognava fare attenzione a queste cose).

beh effettivamente il suono esce, è proprio diverso, l'unica cosa che non capisco è perchè alcuni dicono di aver bisogno di stringere le natiche o all'altezza della parte bassa del ventre...per far funzionare bene il diaframma, ma non mi pare che ce ne sia bisogno, o sbaglio? magari devo aggiungere a tutto quello di prima anche quest'ultimo elemento??