Iscrizione
Ultimo Accesso
Post Recenti
postato in TECNICA per saperne di più

Salve a tutti, ho 24 anni e ho studiato canto dai 17 ai 20, poi per problemi economici non ho più potuto continuare. Non ho mai avuto problemi di intonazione e di estensione, e il mio insegnante ha sempre detto che ho anche la dote dell' interpretazione, che sono passionale quando canto e che Emano ciò che canto... Il mio principale problema è sempre stato uno: a volte spingo più del dovuto con la gola. Anche se canto piano, se canto sulla stessa tonalità, se cerco di tenere una sola vocale, io non riesco ad evitarlo. Perché?

postato in TECNICA per saperne di più

Lo so che forse è una domanda molto generica, ma vorrei qualche consiglio...

postato in TECNICA per saperne di più

@sèlavy ha scritto in Dopodomani parteciperò ad un talent in una TV locale ma...:

L'unica cosa di per sé condivisibile abbiano detto quei due loschi -ma non troppo, questo è il peggio- figuri è che, anche se in molte parti eri calante, non si tratta di un problema di intonazione tout court o di poca musicalità, quanto di difficoltà di gestione della zona acuta.

Infatti, io è appunto di recente che mi sento di avere queste difficoltà a gestire le zone acute... Ma una volta no.

postato in TECNICA per saperne di più

Quindi, se ho capito bene, dovrei essere meno "chiuso" nei bassi e non "coprire " la voce? non credo che avrò particolari difficoltà nel migliorare questo aspetto. Comunque aspetto volentieri altri pareri...

postato in COME CANTI??? per saperne di più

Vi lascio il link di una mia esibizione in una trasnissione di una tv locale con i giudizi finali che tra l' altro, sono di un vocal coach (quello calvo) e di un ragazzo che il mio insegnante reputa vocalmente e espressivamente apposto. Ditemi, mi è stato detto che a volte sembravo lirico e a volte neomelodico napoletano, riuscite a capire in quali punti e perché la mia voce assume quelle sembianze? Comunque ora sto cercando di spingere di meno negli acuti. Altre due cose: da cosa si capisce se una base è buona? E soprattutto, da cosa capisco quali canzoni possono fare al caso mio? Perché fin ora sono stato convinto che le canzoni che posso fare, sono quelle che riesco ad intonare dall' inizio alla fine, cosa in cui non credo di avere particolari problemi, dato che sono abbastanza sicuro della mia intonazione, ma invece a quanto pare, dovrei tener conto di molte altre cose, quali? Infatti me lo diceva il mio insegnante che abbastanza intonato e che ho delle buone basi... Poi però ho dovuto smettere.
Questo è il link

https://youtu.be/Oc0wP3FhT0Y

postato in TECNICA per saperne di più

Vi lascio il link della mia esibizione con i giudizi finali che tra l' altro, sono di un vocale coach (quello calvo) e di un ragazzo che il mio insegnante reputa vocalmente e espressivamente apposto. Ditemi, mi è stato detto che a volte sembravo lirico e a volte neomelodico napoletano, riuscite a capire in quali punti e perché la mia voce assume quelle sembianze? Comunque ora sto cercando di spingere di meno negli acuti. Altre due cose: da cosa si capisce se una base è buona? E soprattutto, da cosa capisco quali canzoni possono fare al caso mio? Perché fin ora sono stato convinto che le canzoni che posso fare, sono quelle che riesco ad intonare dall' inizio alla fine, cosa in cui non credo di avere particolari problemi, dato che sono abbastanza sicuro della mia intonazione, ma invece a quanto pare, dovrei tener conto di molte altre cose, quali? Infatti me lo diceva il mio insegnante che abbastanza intonato e che ho delle buone basi... Poi però ho dovuto smettere.
Questo è il link

https://youtu.be/Oc0wP3FhT0Y

postato in CAFFETTERIA per saperne di più

Un vocal coach mi ha detto che a volte il belting, anche se non "sforzato" (infatti io non forzo mai con la gola quando lo uso), potrebbe essere considerato urlato, perché a livello interpretativo sarebbe meglio non usarlo e cantare piano... Mi spiegate meglio voi? Io ero convinto che dipendesse dalla base e dal suo "volume"... Ad esempio, io sono sempre stato convinto che quando c'è solo un pianoforte o una chitarra, bisogna cantare piano, ma se la base è più voluminosa perché ha più strumenti, la voce non potrebbe sentirsi troppo poco? Credevo che l' interpretazione dipendesse dal patos, non da belting o non belting, invece mi ha detto che all' interpretazione vanno associate le sfumature della voce. Ma tutto cio' Dipende anche dall' estensione del cantante, che se molto esteso può usare il belting in più toni? Quindi, ad esempio Renato Zero, usa troppo il belting?

postato in TECNICA per saperne di più

I consigli non li ho chiesti solo per evitare la mezza figura di m... , ma per per provare a ritornare con la voce di un tempo...

postato in TECNICA per saperne di più

Magari non fosse una mia necessità... Non ho un posto dove cantare o esercitarsi... È diverso...