TAG: LaVostraMusica

ciao a tutti quesito come vi sembra il cantato di mango a livello tecnico?

falsettoso...

non dico altro perchè mi fa troppo cacare per essere oggettivo...

Ma un nome un pò piu carino non se lo poteva scegliere?proprio MANGO. Laughing

gne gne
poteva oure chiamarsi papaya..sarebbe stato più indicato
ooroo ooro orooo

ananasso Twisted Evil oh yeah ananasso rocks!!!

Io avrei scelto "alchechengi" già che c'ero... Cool
Comunque, non so dire nulla livello tecnico; la sua voce è sicuramente falsettosa, a volte anche eccessivamente nasale, però non mi dispiace per nulla! Stessa cosa non posso dire delle sue canzoni: a parte "ooooroo orooo" già citata da Donna Elvira, non me ne viene in mente nemmeno mezza! Rolling Eyes

Uh, beh. A mio modo di vedere, c'è di peggio.
Nel senso, vocalmente preferisco Mango a Ligabue, per dirvi.
E poi, alcuni brani non mi dispiacciono. Non li sentirei per l'eternità, ma occasionalmente noto che riesco ad ascoltarli. "Oro", "AmMòre per te", "Come Monnalisa", "La rondine" e "bbBella d'estate".
Queste, poi fine, ehm.

Ha un suo stile abbastanza riconoscibile, mi pare, e il falsettuccio lo collega bene: se non altro, ha una sua identità, voglio dire. Sempre un pò vagamente orientaleggiante. Non si perde -subito- nel mare magnum dei cantanti tutti uguali, insomma.

@boh3mi4n ha scritto in mango e il falsetto..:

Ha un suo stile abbastanza riconoscibile, mi pare, e il falsettuccio lo collega bene: se non altro, ha una sua identità, voglio dire. Sempre un pò vagamente orientaleggiante. Non si perde -subito- nel mare magnum dei cantanti tutti uguali, insomma.

Concordo!!

ma scusate man mango che note prende al massim osenza ricorrere al "falsetto " nn mi pare facilissimo cantarlo se n nsei tenore leggero..o sbaglio?

@donna-elvira ha scritto in mango e il falsetto..:

gne gne
poteva oure chiamarsi papaya..sarebbe stato più indicato
ooroo ooro orooo

Eheheh Donna Elv, per una volta non son d'accordo con te.
Alla fine si chiama Pino, Mango è il suo cognome. Wink

Falsettoso?
Non direi, almeno per me.
Ma finiremmo per invischiarci di nuovo in un argomento articolato, infinito, da che son arrivata su questo forum se ne è parlato, e se ne continua a parlare (e non solo qui).
Non entro quindi nel merito.

Ho seguito ed ascoltato Mango dagli inizi, voce piccola ed agile, riconoscibile, oserei dire unica.

Ultimamente, a tratti sofferente.

Provate ad ascoltare il suo ultimo cd "acchiappanuvole", un repository di cover.
L'album che mi piace di meno, se non per niente.

Amo questo artista, da "oro" a "sirtaky" a "terra bianca" a "il mare calmissimo" a "la disciplina della terra" e "il dicembre degli aranci".

Lo amo, nel bene e nel male.

Magari può venir fuori una discussione interessante.

@amber ha scritto in mango e il falsetto..:

Falsettoso?
Non direi, almeno per me.
Ma finiremmo per invischiarci di nuovo in un argomento articolato, infinito, da che son arrivata su questo forum se ne è parlato, e se ne continua a parlare (e non solo qui).
Non entro quindi nel merito.

Ho seguito ed ascoltato Mango dagli inizi, voce piccola ed agile, riconoscibile, oserei dire unica.

Ultimamente, a tratti sofferente.

Provate ad ascoltare il suo ultimo cd "acchiappanuvole", un repository di cover.
L'album che mi piace di meno, se non per niente.

Amo questo artista, da "oro" a "sirtaky" a "terra bianca" a "il mare calmissimo" a "la disciplina della terra" e "il dicembre degli aranci".

Lo amo, nel bene e nel male.

Magari può venir fuori una discussione interessante.

Mango è un lirico leggero, non contraltino. Un artista che ha saputo diventare riconoscibile sia per il modo di comporre che per le scelte stilistiche nel cantato (alterna coscientemente la voce piena al falsetto ed accentua talune caratteristiche timbriche, cercando non di rado una adduzione delle corde non completa per ottenere un caratteristico soffiato). Il falsetto lo usa e ne ha fatto una caratteristica distintiva, vedasi la personalizzazione de "La donna cannone" (dall'album che tu citi, che per inciso non piace molto neanche a me), dove il "più" del frammento "non torneremo più", nel ritornello è visibilmente e volontariamente in falsetto, com'è nel suo stile. E' una persona che è nata con la maschera naturale e che canta fondamentalmente, e solitamente (a meno di prendersi quelle licenze, volontariamente, col falsetto), in voce piena.

@ti-sento ha scritto in mango e il falsetto..:

ma scusate man mango che note prende al massim osenza ricorrere al "falsetto " nn mi pare facilissimo cantarlo se n nsei tenore leggero..o sbaglio?

Non sbagli.
Ricordo un do#4 in "Oro" ma non lo conosco sufficientemente per fornirti altri dati.

@boh3mi4n ha scritto in mango e il falsetto..:

Mango è un lirico leggero, non contraltino. [Omissis] E' una persona che è nata con la maschera naturale e che canta fondamentalmente, e solitamente (a meno di prendersi quelle licenze, volontariamente, col falsetto), in voce piena.

Esattamente. (Ho usato l'omissis per evitare di quotare tutto)

Ed è per questo che non condivido il termine "falsettoso".
Mango può scegliere di usare il registro di falsetto, a mio avviso lo fa raramente.

Nell'album che mi fa piacere tu abbia ascoltato, noterai anche come in alcuni passaggi, ADESSO, tenda anche ad ingolare (purtroppo).

@amber ha scritto in mango e il falsetto..:

Nell'album che mi fa piacere tu abbia ascoltato, noterai anche come in alcuni passaggi, ADESSO, tenda anche ad ingolare (purtroppo).

Bentornata Amber ^_^

@boh3mi4n ha scritto in mango e il falsetto..:

@amber ha scritto in mango e il falsetto..:

Nell'album che mi fa piacere tu abbia ascoltato, noterai anche come in alcuni passaggi, ADESSO, tenda anche ad ingolare (purtroppo).

Bentornata Amber ^_^

Grazie carissimo, bentrovato a te!
Appena avrò tempo, vedrò di leggerti, immagino ci siano novità, son rimasta indietro!

Cof cof cof!!!

Wink

mia zia era in classe con lui alle elementari..
che notiziona eh?

mango credo che prenda il suo nome da complimenti ricevuti....

nei paesi caldi si dice, che "mango" ai belli o ai bravi....

alcuni hanno proposto papaya ma quella è un altra cosa che vi lascio immaginare....

vocalmente mi piace si e no....secondo me fa falsetto ma sporadicamente e si sente quando lo fa...nelle note medie canta di gola però con la voce fuori dai denti.....avanti quindi....

sempre mia opinione, ha le corde vocali corte.....tutto qui....

@gio73 ha scritto in mango e il falsetto..:

mango credo che prenda il suo nome da complimenti ricevuti....

nei paesi caldi si dice, che "mango" ai belli o ai bravi...

In realtà, è semplicemente ed innanzitutto il suo cognome, non solo il suo nome d'arte ^_^

E' vero che io sia il rappresentante meno indicato, dei paesi caldi (se con questo ci si riferisce alle regioni del Sud Italia), ma almeno dalle mie parti un epiteto di questo tipo non l'ho mai sentito. Per carità, esisterà pure, eh. Di certo lo ignoro(avo).

Giuseppe Mango, nato a Lagonegro (Pz) nel 1954, è l'alternativa alla nostra tradizione musicale leggera e racchiude in sé tutte le caratteristiche più personali di un grande compositore e di un grande interprete. Personaggio che rifugge dal presenzialismo gratuito, ma assolutamente affabile, Mango è una bella realtà della musica italiana. Non ci impone come tanti una presenza ossessiva nei canali televisivi e sulle pagine dei giornali. Ma i suoi dischi sono regolarmente sempre ai primi posti delle hit-parade italiane e non solo. La sua è stata una conquista ad andamento molto lento, con dischi lungamente meditati. È il tipico compositore latino che riesce a raggiungere un respiro internazionale rimanendo imbevuto dello spirito originario della sua cultura. Le sue canzoni non sono mai semplici, nè semplicistiche, ma piuttosto ricche e articolate. La loro essenza è fatta di melodie elaborate e complesse che richiedono una destrezza d'esecuzione non comune. Del resto, le doti vocali e il suo semi falsetto sono tra le maggiori virtù di questo interprete, cultore strenuo della perfezione stilistica. Il primo successo arriva nel 1984, grazie all'incontro con Mogol che ascolta il provino di Oro. Pino Mango nella sua carriera ha venduto più di cinque milioni di dischi (solo in Italia) e ha riscosso grandi successi in molti paesi, conquistando numerosi dischi d'oro e di platino in Spagna e in Germania. Mango è anche autore di due libri di poesie.

  • 24
    Post
  • 7673
    Visualizzazioni