Come non sprecare fiato più del dovuto mentre si canta?

Lo so che forse è una domanda molto generica, ma vorrei qualche consiglio...

Ciao, il controllo della risalita del diaframme è volto proprio al rallentare il rilascio del fiato
https://www.forumcanto.com/community/topic/18639/dinamiche-di-volume-messa-di-voce-nel-registro-leggero-o-m2-testa/4
Riassumendo, visto che il topic è lungo, ti direi di provare a soffiare e poi soffiare piano, interrompendo a tratti ma senza usare costrizioni di gola. In genere su qualunque registro, basta che sia presente adduzione completa, è possibile non sprecare fiato. Col falsetto è talvolta difficile perchè per definizione ne esce. Dovresti quindi trasferire questa sensazione di soffiare piano, simile al trattenere il fiato, sul canto.
Tieni presente che maggiore è la tensione e quindi l'altezza, maggiore sarà la resistenza al fiato. Esiste una resistenza che è un elemento importante, chiave di volta nella messa di voce, che è assente quando eserciti invece il soffio. A presto.

Queste sono però le basi, dai tuoi post mi sembra sia ben più avanti. Tuttavia il concetto della messa di voce ti da questa idea, il rapporto tra livello di adduzione e fiato, che è poi usato a diverse altezze la base dei passaggi e dei registri. Riuscire ad eseguirlo bene non è scontato. Penso che l'ariosità in presenza di adduzione è data proprio da questo apporto di fiato ed è diverso da quella dovuta al falsetto, cioè dovuta all'aria che incontra pochissima resistenza delle corde.

ecco un esercizio : 1) espelli tutta l'aria rimanente nei polmoni; 2) lascia che il diaframma aspiri l'aria; 3) breve apnea 4) emetti un suono centrale e tienilo più possibile finchè resisti. ripeti il tutto per 20 minuti con delle pause in mezzo. vedrai che risultati tangibili.... Buon lavoro!

  • 4
    Post
  • 227
    Visualizzazioni