Ciao!!

Che piacere ritrovare questo bellissimo forum canterino 😁

Un salutone musicale

https://soundcloud.com/andrea-pizzo-77/andrea-pizzo-i-want-to-break-free-queen-cover-1

Bentornato Andrea, carissimo, quanto tempo!
Ho rivisitato il tuo vecchio forum, stavo pensando di postare qualcosa ma non c'era più nessuno. Se mi capita però aggiungerò varie considerazioni sui registri e "misteri" che si sono, a mio parere, parzialmente risolti, un mio modesto contributo. Nessuno parla più dello stop closure o quasi, per dire, e in sintesi, può essere che si trattasse del meccanismo leggero con forte compressione, twang e vocali talvolta aperte e chiare, al punto da diventare l'analogo del belting di una corda più nativamente sottile e/o corta, cosa che conferisce la proiezione in "avanti" della voce e l'intensità. Ma le donne a loro volta costruiscono il belting in area sovracuta (da Mi4 in poi)
tendenzialmente sul meccanismo leggero, solo che il passaggio avviene dopo. Viene anche assimilato alla voce di testa lirica, poichè con buona probabilità è anch'essa meccanismo leggero con passaggio anticipato, ma con presenza di adduzione, buona (talvolta ottima) proiezione e appoggio, ma vocali diverse, scure o "coperte. Ora ascolterò i tuoi pezzi.

@oblomov ciao carissimo!!!!! Che piacere risentirti!!! Negli ultimi anni ho lavorato molto sul portare il passaggio al falsetto sul Mib4, anche se a volte capita qualche Mi4 "dritto" non proprio salutare. A questo proposito potrebbe essere interessante dare un'ascoltatina alla mia piccola Say Hello To Heaven, nel finale c'è parecchio "bordo".
Ps: è sempre un piacere leggere i tuoi trattati di tecnica vocale.

Grazie mitico figurati. Poi da un po' cerco sempre di evitare l'effetto trattato soprattutto per pietà verso i nuovi arrivati :D.
Sto ascoltando adesso la tua cover di "Say hello to heaven". Per passaggio in falsetto intorno a Mib4, per capirci, intendi dire che passi qui alla corda parziale e che sei fino a lì in modalità piena alleggerita, oppure che sei nella modalità parziale che ho sopra descritto, insomma in stop closure (SCD :D) e che dopo quella nota perdi la compressione e senti un passaggio definito e non più graduale?
Propendo per la seconda, in quanto non penso sia nella stessa modalità sopra Do4, anche in belting, che usi per un Fa3 - Sol3, primo passaggio. Insomma dovrebbe comunque cambiare qualcosa.
Mi chiedo io stesso tuttavia se ci sia sempre un passaggio definito tra i meccanismo, per quanta compressione si usi o se sia graduale. Quando fai il "falsetto" vellutato, in molti casi non c'è quasi volume, ma mi sembra diverso anche da quello in stile controtenore.
A volte mi sembra graduale e di trovare una vera modalità di mezzo, a volte mi sembra di mascherare il passaggio, complice anche la mia voce più bassa.
Comunque a rendere "dritta" una voce è in genere la risonanza, è un modo per evitare l'effetto "girato" della lirica, tuttavia girando eccome in realtà :).

@oblomov ha detto in Ben ritrovati!!:

Grazie mitico figurati. Poi da un po' cerco sempre di evitare l'effetto trattato soprattutto per pietà verso i nuovi arrivati :D.
Sto ascoltando adesso la tua cover di "Say hello to heaven". Per passaggio in falsetto intorno a Mib4, per capirci, intendi dire che passi qui alla corda parziale e che sei fino a lì in modalità piena alleggerita, oppure che sei nella modalità parziale che ho sopra descritto, insomma in stop closure (SCD :D) e che dopo quella nota perdi la compressione e senti un passaggio definito e non più graduale?
Propendo per la seconda, in quanto non penso sia nella stessa modalità sopra Do4, anche in belting, che usi per un Fa3 - Sol3, primo passaggio. Insomma dovrebbe comunque cambiare qualcosa.
Mi chiedo io stesso tuttavia se ci sia sempre un passaggio definito tra i meccanismo, per quanta compressione si usi o se sia graduale. Quando fai il "falsetto" vellutato, in molti casi non c'è quasi volume, ma mi sembra diverso anche da quello in stile controtenore.
A volte mi sembra graduale e di trovare una vera modalità di mezzo, a volte mi sembra di mascherare il passaggio, complice anche la mia voce più bassa.
Comunque a rendere "dritta" una voce è in genere la risonanza, è un modo per evitare l'effetto "girato" della lirica, tuttavia girando eccome in realtà :).

Esatto, il glissato dal re4 già "in bordo" fino al sol4 e ritorno in voce (che è la parte più difficile perchè sulle node di bordo la 'gola' e il 'mento' sono un po' in rampa di lancio e il laringe deve tornare in posizione più 'normale'). Il re4 si mantiene 'pieno' anche se è nota di bordo in questo vocalizzo per via della posizione nella 'testa' e per via del vibrato leggermente accentuato. Risultano particolarmente efficaci i suoni di bordo anche a tonalità più basse (do4) nei fraseggi più virtuosistici, ad esempio nella parte finale di Grace ("I feel them drow my name..."). La mia insegnante mi esorta a variare, a seconda del pezzo, i colori, i suoni pieni e i suoni di bordo, i falsetti.
Esistono analogie sonore tra il girato femminile e il dumping maschile.

Risposta tardiva, perlomeno rispetto al ritmo con cui abbiamo iniziato, ma ho dovuto mettere insieme un po' di cose e pensare ai vari aspetti, che in poche righe metti in ballo.
Per bordo intendi vibrazione parziale generica con twang e colore chiaro o "damping" (che io collego a possibili differenze in compressione e massa coinvolta, ma intendo nella tua visione). Ma c'è un passaggio di netto tra la "voce piena" e il "bordo" o un'area di transizione? Almeno che tu senta.
Ho trovato diversi possibili esempi di emissione cosiddetta mista di bordo, possibile candidata a stop closure, oltre a Nick Pitera, il cantante filippino Marcelito Pomoy.
https://www.youtube.com/watch?v=206xrfjjvJE
Ascoltandolo in Prayer, dove fa la parte di Bocelli, sembra in effetti una voce tenorile che forse cerca di scurire, ma comunque una voce più massiccia, tenorile sì, ma non per dire, ad orecchio, come la tua.
Ha senso in effetti per la tua voce che il tuo "flageolet" possa anche iniziare, secondo le tue frasi, sopra il Do - Re4. Ah sì, cos'è questo flageolet? giusta domanda :D.
Allora diciamo che come tutte le terminologie gergali canore, ha un ambito ed un fenomeno a cui fa riferimento. Il Garcia descrive di una sorta di tensione cordale con conseguente maggiore impegno diaframmatico, che dà luogo ad una "parzializzazione" della corda. Lo chiama "falsetto testa" e lo definisce uno pseudopassaggio che avviene intorno al Do4. Il metodo danese Cvt, in parte basato sulla ricerca, lo mette altresì come sorta di passaggio a vibrazione parziale - rigida, tra Do4 circa e Mib4.
Questo mi fa pensare che sia un fenomeno ed una dinamica che si presenta nel registro leggero ad una determinata tensione. In una vibrazione con dominanza del bordo e del rivestimento esterno, la tensione questo determina la nota, quindi è chiaro che "flageolet" sembra alludere ad una tensione che si presenterà in questo meccanismo nel produrre con esso una determinata nota acuta. C'è chi lo spiega con un sopraggiunto limite nella capacità di estensione-allungamento della corda. Ma lo stesso Cvt ritiene che gli uomini possano più o meno tutti raggiungere il Do4 come limite in vibrazione piena M1(poichè a loro dire solo in questo può avvenire lo stile Overdrive, praticamente il belting secondo la definizione classica). Ora non so se un limite di elasticità cordale può essere lo stesso per M1 e M2 poichè se completamente separati (cosa che non ritengo sempre essere) può presentarsi sulla stessa nota.
Perdona la prolissità, ma è necessario all'indagine. Sto riprendendo a scrivere infatti solo adesso, questa replica, piuttosto che presentarne una più succinta ma incompleta :).
Cvt dice che poi che questo "flageolet" è inefficiente se portato sotto tale nota. Ma se è portabile sotto tale nota sarebbe allora una sorta di registro, di posizione, visto che come solo risultato della tensione non si presenterebbe sotto la suddetta soglia, ma la tensione obbliga a passare a tale posizione per evitare lo sforzo.
Distinguerei quindi tale fenomeno da quella che ho semplicemente individuato come "possibilità e necessità di alleggerimento in M2".
In tutta la nostra gamma di estensione abbiamo la capacità di controllare la superficie di contatto cordale, con risultati diversi e diversi livelli ottimali relativi ad intervalli tonali, intensità e timbri voluti. La tendenza è salendo a diminuire tale superficie, con graduale passaggio controllato alla dominanza del bordo. Tra Fa3 e Do4 circa (con variazioni relative alle nostre corde, ovvio) possiamo gestire la vibrazione parziale con una certa intensità, timbrica ed adduzione. Andando verso il Do4 notiamo la necessità di un ulteriore cambio di atteggiamento, molto simile a quanto già ci capita col misto in M1, dove verso la terza ottava sentiamo la necessità di cambiare l'equilibrio muscolare a favore del CT (cricotiroide, tensore delle corde vocali, per chi fosse nuovo), per diminuire il contatto cordale andando per gradi verso la maggiore partecipazione del bordo.
La partecipazione del muscolo vocale in M2 invece è ciò che preserva un buon contatto cordale nella vibrazione di bordo, sempre calibrato in modo ottimale per la nota necessaria, di conseguenza diventa intuibile che andando verso l'acuto, lo stesso M2 andrà alleggerito, visto che ciò che è abbastanza pieno su un La3 potrebbe essere troppo per un Re4.
Cambia però l'atteggiamento mentale, magari, più focalizzato su "rinforzare il registro parziale" sotto il flageoleto, e più su appoggiare bene, distendere e pensare al falsetto, aggiungendo giusto un tocco di rinforzo su una base di massima leggerezza da quella nota in poi, curando la risonanza, twang, etc.
Per cui non so se cambi qualcosa a livello vero e proprio, a parte la tensione. Se c'è una parzializzazione ulteriore oltre al già noto fenomeno di "falsetto" e passaggio al bordale. In molti hanno in effetti pensato ad vari possibili livelli di ulteriore riduzione lungo la quarta ottava e oltre, una transizione al fischio gestibile in modo più o meno graduale e ottimale.
Passiamo quindi ad esempi concreti.
https://www.youtube.com/watch?v=_8F2Y-fjmuI
Un controtenore si esercita col repertorio barocco, principalmente Ombra Mai fu, nella prima parte.
Per ricollegarmi a quanto dici, ritengo che se c'è questo fenomeno di SCD e a quanto pare esiste, ma non so se solo all'interno della voce già parziale, o se può contribuire, comunque a coinvolgere maggiormente il muscolo vocale, esso avviene in uomini e donne. E secondo me in controtenori, in molti casi non fanno altro che esercitare lo stesso registro che le donne, nella lirica, usano dopo il passaggio, cioè generalmente una voce parziale, ma coperta e ben proiettata e addotta.

Per un qualche motivo di canone, il passaggio, nelle voci maschili, in lirica ha quasi sempre significato, ancora una volta in forme diverse secondo le voci, la graduale riduzione del contatto cordale e l'alleggerimento, ma non il passaggio in M2, che se avviene è coperto in altro modo. Nelle donne abbiamo il coperto, che negli uomini avviene intorno al passaggio, per passare al semi coperto, specie per i tenori, in zona acuta, dove aumente il fattore "twang", le vocali diventano strette e alte, non più scure.
Nei controtenori si ripropone questa stessa idea di passaggio anticipato applicandolo al maschile. Con risonanza quindi diverse, più scure e ovviamente maggiore tensione all'interno di M2, ma che con un abile gestione degli adattamenti può portare al rendere cantabili tessiture sovracute.
Come vedi invece questi esempi di misto e transizione https://www.youtube.com/watch?v=54dZmuFIoQ0, i cantanti di questo duetto stanno in genere nelle loro rispettive ed estese zone di belting in tessitura. Cheyenne Jackson è una voce più bassa eppure ad un certo punto tira fuori, dopo Jeremy Jordan, degli acuti pieni e screziati, a mio parere.
Del suddetto Jeremy Jordan https://www.youtube.com/watch?v=TppJMa8apkc ecco una cover di Celine Dion abbassata di qualche semitono, sempre acuta ma diciamo su misura, eseguita apparentemente tutta in belting, parlando. Tutta a mio parere godibile, ma pongo l'attenzione sul cambio di tono in "baby baby" verso 5:15 passando da un Si3 ad un Do#4 e con che timbro e tenuta! Teorizzo quindi che spesso il belting, fortunatamente non sia "puro" o non ci potrebbe essere, come nel suo caso, questo controllo e facilità, per quanto sia effettivamente un tenore, significa quindi che non si evita il passaggio e la riduzione della superficie cordale. La chiamo la copertura inversa, credo che sia a tratti percepibile il raccoglimento del passaggio a cui immediatamente succede la riapertura tramite l'uso di vocali che richiamano il parlato, suoni aperti modificati per gli acuti, insomma.
Ci sarebbe tanto da approfondire.

ciao mister, posso essere un po stronzone?
perchè uno agile come te la dove volano le aquile è cosi scivoloso e impreciso??
cazzen, hai anche studiato lirica....
comunque bravissimo, però.....
mi sembra che prendi il mi4 ma forse come tutti quelli che vanno su sei in crisi a cavallo del la3.
se ho detto una minchiata cestina il mio post....
ciaoooo
Gio

Ciao. Le critiche sono bene accette e io stesso ne faccio ad altri ed in primis a me stesso. Andrea conosce la stima che ho per la sua abilità, ma effettivamente noto alcune lievi imprecisioni tonali, forse crescenti più che calanti, non sempre, ci mancherebbe, anche in note relativamente basse per lui, quindi non è sempre legato all'altezza. Teniamo conto, a maggior ragione per principianti più che per Andrea, che queste cover di come canti sono esercizi e non necessariamente rappresentano il meglio delle proprie abilità, a volte si canta bene e poi non si riesce a ripetere la "magia" nelle registrazioni. Secondo me cesellando il tono ed il timbro a partire dal suo registro centrale queste, può tranquillamente migliorare.
Ho visto altri tuoi messaggi, hai a volte delle critiche molto serie, puntuali e costruttive, specialmente l'aspetto della "voce" di mezzo, che ultimamente sto approfondendo nel forum, se vuoi darmi un parere nei miei topic sulla "messa di voce" e sul "misto", sei il benvenuto. Peccato che quindi che a volte il tono possa apparire innecessariamente provocatorio nei modi, rischiando di scoraggiare i principianti, che non hanno chiesto gli dicessi "bravo". Lo dico perchè lo spirito di questo forum è proprio il crescere con le critiche mirate e costruttive. Anche pareri dati dal proprio gusto personale ci stanno, se educatamente espressi. Spero possa accettare questa critica, poichè traspaiono delle buone intenzioni e un discorso costruttivo, e magari hai tentato di dare un'impronta di schiettezza e coloritura che può essere fraintesa (:. A presto.

in effetti sono un po provocatorio, di proposito a dire il vero.
io arrivo dalla lirica anche se preferisco la leggera, fatta bene diciamo.
ho visto, per meglio dire sentito, che quando ci sono tutti i parametri a posto, appoggio, fiato etc etc il risultato per chi canta paga molto e da soddisfazione, io credo molto nella rigidità della tecnica, vedi renga, boublè, cincotti, etc, che anche su pezzi non bellissimi sanno farsi apprezzare.
detto cio accetto le tue considerazioni, che ritengo motivate.
vado a vedere il topic che m hai segnalato.
ciaooo

@gio733 Dove di grazia noti delle imprecisioni? Nei pezzi vecchi vecchi è probabile : avevo un po' di tendenze malsane a fare portamenti. Nei pezzi più recenti mi sembra più improbabile.

@gio733 In crisi sui La3? :-D
Ma I Want To Break Free è tutta su quelle altezze tonali, mi faresti la cortesia di farmi sentire come si canta?

Non voglio assolutamente vantarmi di nulla, non mi interessa, ma da un punto di vista fisiologico sono in grado di emettere dei La3 in voce di testa perfettamente intonati anche a testa in giù. Non ho mai studiato lirica, sono assolutamente aperto alle critiche se motivate, ma le tue sparate a caso mi portano a pensare -forse sbagliando - che tu sia l'ennesimo apprendista cantante, o forse insegnante che è molto peggio, con la sindrome di Dunning-Kruger.
Per me il canto è passione, sono come dicevo aperto alle critiche se motivate e circostanziate, i feedback che ricevo sono spesso molto positivi ma poco importa, anche se ad un cantante non professionista può fare certamente piacere avere circa 2000 follower tra reverbnation e soundcloud, persone che evidentemente non avranno tutte le orecchie foderate di prosciutto.

@mr_pink_77_it ha detto in Ben ritrovati!!:

Non voglio assolutamente vantarmi di nulla, non mi interessa, ma da un punto di vista fisiologico sono in grado di emettere dei La3 in voce di testa perfettamente intonati anche a testa in giù. Non ho mai studiato lirica, sono assolutamente aperto alle critiche se motivate, ma le tue sparate a caso mi portano a pensare -forse sbagliando - che tu sia l'ennesimo apprendista cantante, o forse insegnante che è molto peggio, con la sindrome di Dunning-Kruger.
Per me il canto è passione, sono come dicevo aperto alle critiche se motivate e circostanziate, i feedback che ricevo sono spesso molto positivi ma poco importa, anche se ad un cantante non professionista può fare certamente piacere avere circa 2000 follower tra reverbnation e soundcloud, persone che evidentemente non avranno tutte le orecchie foderate di prosciutto.

ciao, non ho detto che tu vai in crisi sul la3, ho detto che molti che vanno su comodi come te vanno in crisi in quella zona, ma poi superato quel limite danno tanto piu in alto.
detto cio, mi sembrava di avere scritto "bravissimo" quindi se mi permetto di darti qualche "consiglio" è lapalissiano che ha valenza positiva.
poi se sei già imparato meglio per te.
scommetto che sei l unico sul pianeta che canta per passione.
adios

@mr_pink_77_it ha detto in Ben ritrovati!!:

Non voglio assolutamente vantarmi di nulla, non mi interessa, ma da un punto di vista fisiologico sono in grado di emettere dei La3 in voce di testa perfettamente intonati anche a testa in giù. Non ho mai studiato lirica, sono assolutamente aperto alle critiche se motivate, ma le tue sparate a caso mi portano a pensare -forse sbagliando - che tu sia l'ennesimo apprendista cantante, o forse insegnante che è molto peggio, con la sindrome di Dunning-Kruger.
Per me il canto è passione, sono come dicevo aperto alle critiche se motivate e circostanziate, i feedback che ricevo sono spesso molto positivi ma poco importa, anche se ad un cantante non professionista può fare certamente piacere avere circa 2000 follower tra reverbnation e soundcloud, persone che evidentemente non avranno tutte le orecchie foderate di prosciutto.

comunque visto che mi hai detto di farti sentire come si canta i want to brake free mi sono ascoltato sia quella che innuendo, le tue.

le mie saranno anche sparate a caso, avrò anche la sindrome della mucca pazza hehe , come dici tu, ma se carichi il tuo audio e fai una comparazione con la traccia dei due brani che ho citato vedrai che le tracce non coincidono.
adesso mi bacchetteranno però meglio una brutta verità che una bella bugia.
ciao e auguri

@gio733 ben detto! Le tue sono sparate a caso, come quando parli di voce femminile che gira in "falsetto" confondendolo con la voce di testa. Il falsetto posturale femminile è una cosa, il "girato" un altro. I cattivi consigli possono fare danni soprattutto sui neofiti, su chi si approccia con umiltà alla materia ed è bisognoso di consigli e che può scambiare uno con la sindrome di Dunning Kruger per un esperto.

Non ho nessuna voglia di sembrare una copia di Mercury, che rimane comunque probabilmente il più grande cantante rock. Nè aspiro ad essere uno dei tanti ridicoli personaggi che abbondano nell'autotuning: se c'è qualche lieve imperfezione (5-10 cts) me ne "catafotto", la lascio perchè sono un essere umano che canta non un robot. Le registrazioni rock dei grandi sono piene di imperfezioni, per non parlare dei loro live (Mercury sbagliava gli attacchi, Buckley era spesso calante...). Tuttavia i grandi restano grandi, i bimbominkia che si perdono in chiacchere bimbominkia.

@gio733 ha detto in Ben ritrovati!!:

@mr_pink_77_it ha detto in Ben ritrovati!!:

Non voglio assolutamente vantarmi di nulla, non mi interessa, ma da un punto di vista fisiologico sono in grado di emettere dei La3 in voce di testa perfettamente intonati anche a testa in giù. Non ho mai studiato lirica, sono assolutamente aperto alle critiche se motivate, ma le tue sparate a caso mi portano a pensare -forse sbagliando - che tu sia l'ennesimo apprendista cantante, o forse insegnante che è molto peggio, con la sindrome di Dunning-Kruger.
Per me il canto è passione, sono come dicevo aperto alle critiche se motivate e circostanziate, i feedback che ricevo sono spesso molto positivi ma poco importa, anche se ad un cantante non professionista può fare certamente piacere avere circa 2000 follower tra reverbnation e soundcloud, persone che evidentemente non avranno tutte le orecchie foderate di prosciutto.

comunque visto che mi hai detto di farti sentire come si canta i want to brake free mi sono ascoltato sia quella che innuendo, le tue.

le mie saranno anche sparate a caso, avrò anche la sindrome della mucca pazza hehe , come dici tu, ma se carichi il tuo audio e fai una comparazione con la traccia dei due brani che ho citato vedrai che le tracce non coincidono.
adesso mi bacchetteranno però meglio una brutta verità che una bella bugia.
ciao e auguri

Ho ben presenti le versioni di Mercury di quelle due canzoni, aspetto le tue 😉

Aggiungo ancora una cosa: per me non ha alcun senso fare cover che siano copie degli originali. La mia versione di Final countdown è un tono sopra, quella di Caruso un tono sotto. Say hello to heaven mi pare abbia delle escursoni al sol4. È meglio essere un cantante sconosciuto che reinterpreta qualche bellissimo pezzo che una timida copia di un fantastico originale.

@mr_pink_77_it ha detto in Ben ritrovati!!:

Aggiungo ancora una cosa: per me non ha alcun senso fare cover che siano copie degli originali. La mia versione di Final countdown è un tono sopra, quella di Caruso un tono sotto. Say hello to heaven mi pare abbia delle escursoni al sol4. È meglio essere un cantante sconosciuto che reinterpreta qualche bellissimo pezzo che una timida copia di un fantastico originale.

ciao, che la donna lirica faccia falsetto prima che di testa lo dice alessandro casari ed edmundo savio,che conosco di persona perchè miei maestri, poi che tu abbia conoscenze superiori è anche possibile, ma suppongo io ed il resto del mondo improbabile.parliamo di sue direttori d orchestra di fame mondiale.
detto cio ribadisco che sei impreciso, ma bravo, quindi piuttosto che spendere tempo a discutere con chi non ha nemmeno voglia di queste tue non indiscutibili opinioni, chiudiamo.....
stai sulla tua, che ti devo dire......
io non ti elenco chi mi cerca, facevo per darti un consiglio da collega ma tu sei già imparato quindi risparmio inchiostro.
canto forever
ciao caro

  • 34
    Post
  • 728
    Visualizzazioni