Salve, studio canto lirico da circa 1 anno e mezzo tenore lirico leggero, ultimamente mi sono bloccato perché non riesco a creare spazio per gli acuti. La mia insegnante sostiene che quando arrivo sugli acuti la mia voce non gira, apposto di aprire sopra apro indietro in fondo alla gola( come se affondassi) Inoltre lei dice che è tutta una questione psicologica perché sono abbastanza ansioso. I consigli che mi dà sono di parlare cantando, di non pensare le note in altezza e di rilassarmi. Potete consigliarmi qualche escamotage per non pensare le note in altezza? E anche dei consigli per questi benedetti acuti cercando di creare lo spazio ? Grazie mille

Ciao, sperando di poterti aiutare, ci sono tantissimi aspetti che potremo vedere una risposta per volta.
Ci sei già al pianto pre passaggio? Ai principi dell'appoggio che si adatta alla resistenza delle corde? Il pianto serve a bilanciare ciò, ma serve a richiamare questo movimento. Perchè il pianto è personale, quindi anche le lezioni devono essere personali in questo senso e prendere gli accorgimenti. A noi serve isolare questo movimento di decompressione che diminuisce la massa cordale coinvolta o perlomeno solo il contatto, almeno all'inizio.
Alla messa di voce, cioè variazioni dinamiche di volume sulla stessa nota ci sei già? Passare da pianissimo a forte o fortissimo, condivide una buona parte dei movimenti del passaggio e pre passaggio.
Potresti dovere esercitare la componente aperta degli acuti ed il twang e lo squillo. Il coperto da solo è un'ideale stilistico lirico, anch'esso va interpretato e dosato.
La voce in pratica tende naturalmente a schiarire dopo il Re - Mib4 circa, per motivi di composizione acustica delle vocali. Di conseguenza si scurisce la vocale e si abbassa la laringe o combinazioni variabili di questo. Bisogna però fare spazio per la componente acuta e squillante del suono.
Ma più ancora di cercare il twang, non dovresti rifiutare o soffocare lo squillo, ciò non sarebbe una copertura corretta. Se rifiuti troppo lo squillo cercando di coprire affondi e intubi. Prova lo scoperto, ma non sguaiato, la vocale viene mantenuta stretta e focalizzata ma aperta solo internamente, per dire per una A chiara, anche se magari non la userai nel repertorio lirico se non raramente.

Grazie per la risposta.... Diciamo che mi sta aiutando tanto il fatto di parlare/cantando il testo, o esercizi in cui alla nota di passaggio cerco di darmi pizzicati sulla mano (riesco a fare gli acuti senza fatica o tensioni) da qui posso dedurre che è una questione mentale......

@sito ciao, sono cantante lirica e studio da più o meno 15 anni (sperando di non smettere mai).

focalizza i tuoi sforzi sulla gestione respiratoria: sai dirmi cosa fai quando inspiri e cosa quando espiri?
inoltre, come pensi i tuoi suoni? e come pensi debbano essere per essere udibili in teatro? descrivimeli.

se vuoi puoi inviarmi file, magari capisco meglio come aiutarti :)

@sito ha detto in Acuti indietro:

Salve, studio canto lirico da circa 1 anno e mezzo tenore lirico leggero, ultimamente mi sono bloccato perché non riesco a creare spazio per gli acuti. La mia insegnante sostiene che quando arrivo sugli acuti la mia voce non gira, apposto di aprire sopra apro indietro in fondo alla gola( come se affondassi) Inoltre lei dice che è tutta una questione psicologica perché sono abbastanza ansioso. I consigli che mi dà sono di parlare cantando, di non pensare le note in altezza e di rilassarmi. Potete consigliarmi qualche escamotage per non pensare le note in altezza? E anche dei consigli per questi benedetti acuti cercando di creare lo spazio ? Grazie mille

a me dicevano le stesse cose, il mio maestro mi faceva saltellare con le braccia flosce, cosa molto imbarazzante, però alla fine funzionava.

gli acuti NON RISUONANO IN GOLA, quindi evita di proiettare il suono lì. devi proprio dimenticare la sensazione della gola, falli risuonare più possibile nel NASO, e, partendo da quanto suono, poi abbassi bene la mascella e stacca la lingua dalla glottide. nei vocalizzi esercitati con le e e con le i, lascia stare le a e le o per un po'.Gli acuti hanno bisogno di tanta pressione d'aria, quindi trattieni l'aria che hai inspirato più possibile mentre fai gli acuti, e proiettali verso la parte più avanti del palato, sotto il naso. fammi sapere se funziona!!

  • 6
    Post
  • 75
    Visualizzazioni