Sono un tenore o un baritono leggero ?

Studio canto da 7 mesi la mia nota piu bassa e' sol1 raramente una volta ogni tanto rantolo anche un mi1 in mille giorni di te e di me di claudio baglioni con scarsa udibilita e forza cambio di registro sul fa3 o fa#3 massimo arrivo a si3 raramente a do4 qualche volta il mio timbro e chiaro [/code][/url]

@lucamusica1 ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

Studio canto da 7 mesi la mia nota piu bassa e' sol1 raramente una volta ogni tanto rantolo anche un mi1 in mille giorni di te e di me di claudio baglioni con scarsa udibilita e forza cambio di registro sul fa3 o fa#3 massimo arrivo a si3 raramente a do4 qualche volta il mio timbro e chiaro [/code][/url]

Dovresti essere un tenore... Com'è il timbro sui bassi e sui medi? Io sono un baritono chiaro/baritenore e dopo sette mesi non prendevo il do. Ho un timbro chiaretto sui centri, scuro sui bassi e chiarissimo sugli acuti. Riesci a portare a termine e bene "Mille giorni di te e di me"? La presenteresti a un concorso? Se la risposta è sì, quasi di sicuro sei un tenore.

@stonato ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

@lucamusica1 ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

Studio canto da 7 mesi la mia nota piu bassa e' sol1 raramente una volta ogni tanto rantolo anche un mi1 in mille giorni di te e di me di claudio baglioni con scarsa udibilita e forza cambio di registro sul fa3 o fa#3 massimo arrivo a si3 raramente a do4 qualche volta il mio timbro e chiaro [/code][/url]

Dovresti essere un tenore... Com'è il timbro sui bassi e sui medi? Io sono un baritono chiaro/baritenore e dopo sette mesi non prendevo il do. Ho un timbro chiaretto sui centri, scuro sui bassi e chiarissimo sugli acuti. Riesci a portare a termine e bene "Mille giorni di te e di me"? La presenteresti a un concorso? Se la risposta è sì, quasi di sicuro sei un tenore.

Esatto sui bassi un po scuretto perche sono troppo basse come note sul sol1 la1 nei medi chiaro e sugli acuti dal sol3 in poi e chiarissimo cioe si assottiglia la voce e' fina fino al si3 nonon la presenterei ad un concorso perche la seconda parte quando alza la tonalita faccio un po fatica a gestirla la mia insegnante dice che sono tenore leggero pero ho sempre I miei dubbi tu su quale nota fai il passaggio ?

@lucamusica1 ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

@stonato ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

@lucamusica1 ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

Studio canto da 7 mesi la mia nota piu bassa e' sol1 raramente una volta ogni tanto rantolo anche un mi1 in mille giorni di te e di me di claudio baglioni con scarsa udibilita e forza cambio di registro sul fa3 o fa#3 massimo arrivo a si3 raramente a do4 qualche volta il mio timbro e chiaro [/code][/url]

Dovresti essere un tenore... Com'è il timbro sui bassi e sui medi? Io sono un baritono chiaro/baritenore e dopo sette mesi non prendevo il do. Ho un timbro chiaretto sui centri, scuro sui bassi e chiarissimo sugli acuti. Riesci a portare a termine e bene "Mille giorni di te e di me"? La presenteresti a un concorso? Se la risposta è sì, quasi di sicuro sei un tenore.

Esatto sui bassi un po scuretto perche sono troppo basse come note sul sol1 la1 nei medi chiaro e sugli acuti dal sol3 in poi e chiarissimo cioe si assottiglia la voce e' fina fino al si3 nonon la presenterei ad un concorso perche la seconda parte quando alza la tonalita faccio un po fatica a gestirla la mia insegnante dice che sono tenore leggero pero ho sempre I miei dubbi tu su quale nota fai il passaggio ?

In che tipo di circostanze fai il si3? Con che vocalizzo? Il tuo parlato è chiaro o scuro? Per quanto riguarda il mio passaggio non mi esprimo, non so con certezza che nota sia. Io percepisco una diversità reale dalle altre note sul Fa ( che una parte della letteratura, specie la anglosassone, attribuisce al baritono leggero e al tenore drammatico, posto che questa ultima categoria regge tessiture più alte). Nonostante ciò, parlerei più di zona di passaggio. Diciamo che ho sempre pensato che le note papabili ad essere il mio secondo passaggio fossero Mib, Mi, Fa. Prima della vista foniatrico includevo anche il Fa# e il Sol, con quest' ultima che era una nota che non riuscivo a far bene al primo anno di canto. Alcuni mi hanno detto che il Mib era il passaggio per il baritono chiaro, mentre per i più e' il passaggio del baritono drammatico, ma questo discorso è un po' un casino ( credo che gli inglesi tengano conto del passaggio naturale e che poi noi tiriamo giù tutto di un tono, perché se "passiamo" prima ci arriviamo meglio al passaggio naturale). Poi ho tenuto conto delle mie caratteristiche: timbro giovane e chiaro su medi e alti, bassi abbastanza corposi, estensione non da baritono tradizionale, ma nemmeno tenorile. Tutti gli indizi portano al baritono leggero. Poi dopo anni di studio non facevo pezzi come "Grande Amore" o magari con troppa fatica.
Nel tuo caso, mi pare che tu vada un po' altino per essere al primo anno. Per esempio se mi fai il si3 su un picchettato potresti essere un baritono, se me lo fai all' esercizio dell' estensione è facile che tu sia un tenore. Il tempo ( non mi hai detto quanti anni hai) e un' eventuale visita foniatrica dirimeranno ogni dubbio. Il discorso di non fare bene quel Mi1 non è discriminante: nemmeno a me viene pieno. È una nota da basso che si può prendere, ma non con quella pienezza... Fidati dell' insegnante ( sempre dubitando un filino però xD) , segui le tendenze naturali della tua voce e soprattutto pensa a cantare bene più che a cantare in alto.

Ho 23 anni il mio parlato e un chiaro normale quando la mia insegnante mi fa fare le scale dal petto fino alla voce di testa nei vocalizzi arrivo fino a si 3 tipo laaaa-doooo-mi pero sugli arpeggi mi sembra mi fermo a la3 o il sib in certi esercizi vado piu basso e in certi piu in alto dipende dal tipo di vocalizzo intanto se clicchi su quest due link ti faccio sentire brevemente due cover registrata amatorialmente qualche mese fa adesso sono migliorato molto di più ma giusto per farti capire il mio timbro di voce magari per chiarirti le idee
https://soundcloud.com/user-717139586/cover-francesco-renga-angelo

https://soundcloud.com/user-717139586/marco-masini-cover-che-giorno-e

@lucamusica1 ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

Ho 23 anni il mio parlato e un chiaro normale quando la mia insegnante mi fa fare le scale dal petto fino alla voce di testa nei vocalizzi arrivo fino a si 3 tipo laaaa-doooo-mi pero sugli arpeggi mi sembra mi fermo a la3 o il sib in certi esercizi vado piu basso e in certi piu in alto dipende dal tipo di vocalizzo intanto se clicchi su quest due link ti faccio sentire brevemente due cover registrata amatorialmente qualche mese fa adesso sono migliorato molto di più ma giusto per farti capire il mio timbro di voce magari per chiarirti le idee
https://soundcloud.com/user-717139586/cover-francesco-renga-angelo

https://soundcloud.com/user-717139586/marco-masini-cover-che-giorno-e

95% tenore. Passi in voce di testa in maniera particolare. Sviluppando un misto con la tua insegnante andrai a meraviglia. C'è una base interessante su cui lavorare...

[quote="Stonato"]
@lucamusica1 ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

95% tenore. Passi in voce di testa in maniera particolare. Sviluppando un misto con la tua insegnante andrai a meraviglia. C'è una base interessante su cui lavorare...

Che cosa e' che ti ha colpito della mia voce per darti la certezza che sono un tenore e il fatto che tu hai detto passo in voce di testa in modo particolare in che senso sarei curioso di capire che cosa intendi dire di preciso grazie mille comunque per I tuoi interventi caro

[quote="LucaMusica1"]
@stonato ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

@lucamusica1 ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

95% tenore. Passi in voce di testa in maniera particolare. Sviluppando un misto con la tua insegnante andrai a meraviglia. C'è una base interessante su cui lavorare...

Che cosa e' che ti ha colpito della mia voce per darti la certezza che sono un tenore e il fatto che tu hai detto passo in voce di testa in modo particolare in che senso sarei curioso di capire che cosa intendi dire di preciso grazie mille comunque per I tuoi interventi caro

Timbro molto chiaro. Non ci sono grandi bassi in quelle canzoni, ma non penso che tu sia un baritono o un baritenor. Al primo anno fai brani come Angelo che tocca il Sib e quello di Masini che arriva al La. Per quanto riguarda il passaggio non ti dico altro perché lavorando con l' insegnante migliorerai qualcosa che comunque non è negativa. Non vorrei darti indicazioni sbagliate. Col tempo salirai ancora di più e allora non avrai più dubbi sulla tua categoria. Se dovessero essercene (non credo), ti rimane la visita foniatrica.

@citazione in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

Timbro molto chiaro. Non ci sono grandi bassi in quelle canzoni, ma non penso che tu sia un baritono o un baritenor. Al primo anno fai brani come Angelo che tocca il Sib e quello di Masini che arriva al La. Per quanto riguarda il passaggio non ti dico altro perché lavorando con l' insegnante migliorerai qualcosa che comunque non è negativa. Non vorrei darti indicazioni sbagliate. Col tempo salirai ancora di più e allora non avrai più dubbi sulla tua categoria. Se dovessero essercene (non credo), ti rimane la visita foniatrica.

Si in genere non oltrepasso il sib perche si puo dire che e una mia nota di punta come acuto perche il si e troppo impegnativo cantandolo tu invece riesci ad essere cosi agile se canteresti queste canzoni ? O hai difficolta con queste tessiture ?

una piccola conquista, su questa sezione, è l'aver compreso che certe classificazioni hanno un valore -e infinitamente relativo, a studiare la storia e la filologia- solo nell'emissione lirica.
Il passaggio è una zona, non una singola nota, difatti varia a seconda della tipologia dell'emissione, dalla vocale eccetera.
Non hai ancora costruito un centro "saldo", e gli acuti sono prodotti in meccanismo leggero, cioè con vibrazione parziale, a quanto sento.
Detto questo, non darei affatto per scontato una tenorilità della tua voce.
Per me un tenore NATURALE - poi la tenorilità si può anche trovare, ma è differente- raggiunge con facilità, dopo poco studio, il Do acuto, il Do# e anche il Re. Un tenore naturale, con emissione non lirica, era certamente Jeff Buckley. La gran parte delle voci non ha natura definita

@sèlavy ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

una piccola conquista, su questa sezione, è l'aver compreso che certe classificazioni hanno un valore -e infinitamente relativo, a studiare la storia e la filologia- solo nell'emissione lirica.
Il passaggio è una zona, non una singola nota, difatti varia a seconda della tipologia dell'emissione, dalla vocale eccetera.
Non hai ancora costruito un centro "saldo", e gli acuti sono prodotti in meccanismo leggero, cioè con vibrazione parziale, a quanto sento.
Detto questo, non darei affatto per scontato una tenorilità della tua voce.
Per me un tenore NATURALE - poi la tenorilità si può anche trovare, ma è differente- raggiunge con facilità, dopo poco studio, il Do acuto, il Do# e anche il Re. Un tenore naturale, con emissione non lirica, era certamente Jeff Buckley. La gran parte delle voci non ha natura definita

Vorresti dire che sono un baritono quindi ? il meccanismo leggero e la voce di testa giusto ?

No, dico semplicemente che non è una mera questione fisiologica, altrimenti non si spiegherebbero le opinioni differenti di foniatri rispettabili (pochissimi, per quanto mi riguarda) e di cantanti validi (idem). Ripeto, basta ascoltare il materiale che ci resta della lirica degli scorsi decenni -e un secolo è poco rispetto alla vita dell'opera, storicamente!- per capire che voci differenti hanno cantato lo stesso repertorio, e dunque non esiste una verità in merito alla cosiddetta "classificazione".
Detto questo, è evidente che esistano fisiologie -ma anche interiorità, perché è arduo credere ancora in certi dualismi e separazioni manichee- diverse, per fortuna.
Assurdo pensare che qualcuno possa dirti "cosa sei": le voci, come tutto, vanno sperimentate, esplorate, prima e piuttosto che classificate. Quindi, c'è ancora tanto lavoro da fare, non intendevo appiopparti una definizione, quanto risalire a prima della tua domanda. Riguardo al meccanismo leggero: falsetto; in acuto sei quasi sempre in falsetto, mentre si apprezza come maggiormente piena timbricamente la zona centrale, quella prima del passaggio. Dunque non c'è molto che si possa dire, a orecchio non si tratta certo di una voce marcatamente grave, ma per il resto non azzardo percentuali, perché darti una risposta è del tutto illusorio, per chi la fornisce e per te

@sèlavy ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

No, dico semplicemente che non è una mera questione fisiologica, altrimenti non si spiegherebbero le opinioni differenti di foniatri rispettabili (pochissimi, per quanto mi riguarda) e di cantanti validi (idem). Ripeto, basta ascoltare il materiale che ci resta della lirica degli scorsi decenni -e un secolo è poco rispetto alla vita dell'opera, storicamente!- per capire che voci differenti hanno cantato lo stesso repertorio, e dunque non esiste una verità in merito alla cosiddetta "classificazione".
Detto questo, è evidente che esistano fisiologie -ma anche interiorità, perché è arduo credere ancora in certi dualismi e separazioni manichee- diverse, per fortuna.
Assurdo pensare che qualcuno possa dirti "cosa sei": le voci, come tutto, vanno sperimentate, esplorate, prima e piuttosto che classificate. Quindi, c'è ancora tanto lavoro da fare, non intendevo appiopparti una definizione, quanto risalire a prima della tua domanda. Riguardo al meccanismo leggero: falsetto; in acuto sei quasi sempre in falsetto, mentre si apprezza come maggiormente piena timbricamente la zona centrale, quella prima del passaggio. Dunque non c'è molto che si possa dire, a orecchio non si tratta certo di una voce marcatamente grave, ma per il resto non azzardo percentuali, perché darti una risposta è del tutto illusorio, per chi la fornisce e per te

Ti posso assicurare che non uso il falsetto negli acuti ma bensi la voce di testa perche il falsetto e un altra emissione ariosa e somiglia ad una voce piu femminile mentre invece questa e timbrata e la miavoce che si assottiglia molto negli acuti in modo naturale

Caro mio, non è questione di "assicurare", studio le emissioni e i risuonatori da anni, quindi riesco a distinguere il falsetto (il che non è un denigrare, il "falso" è sempre presunto -falsetto, falsettone, false corde ecc. e cela universi) dalla testa; la CONSONANZA di testa a voce piena è un'altra cosa.
Comunque, era il punto meno importante di quanto scrivevo.

@sèlavy ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

Caro mio, non è questione di "assicurare", studio le emissioni e i risuonatori da anni, quindi riesco a distinguere il falsetto (il che non è un denigrare, il "falso" è sempre presunto -falsetto, falsettone, false corde ecc. e cela universi) dalla testa; la CONSONANZA di testa a voce piena è un'altra cosa.
Comunque, era il punto meno importante di quanto scrivevo.

Selavy, ti rispetto, ma siamo in accordo e disaccordo sugli stessi punti dell' ultima discussione. Nemmeno a me sembra falsetto, ma posso sbagliarmi per carità. Uno quando parla deve avere l' umiltà di sapere che può essere in errore... A me sembra che a lui manchi la "mixed voice" e alleggerisca eccessivamente.

Per quanto riguarda Luca l' unica cosa che gli dico è che certamente l' interiorità e il fatto di essere te stesso contano. Conta dove TU riesci ad arrivare, ma la foniatria è una scienza, non perfetta, ma estremamente affidabile, quindi tienila da conto, perché si basa sulla fisica. È ovvio che tu poi puoi essere quello che la tua voce e il tuo animo artistico ti permettono di essere, in questo sono d' accordo con Selavy.

@stonato ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

@sèlavy ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

Caro mio, non è questione di "assicurare", studio le emissioni e i risuonatori da anni, quindi riesco a distinguere il falsetto (il che non è un denigrare, il "falso" è sempre presunto -falsetto, falsettone, false corde ecc. e cela universi) dalla testa; la CONSONANZA di testa a voce piena è un'altra cosa.
Comunque, era il punto meno importante di quanto scrivevo.

Selavy, ti rispetto, ma siamo in accordo e disaccordo sugli stessi punti dell' ultima discussione. Nemmeno a me sembra falsetto, ma posso sbagliarmi per carità. Uno quando parla deve avere l' umiltà di sapere che può essere in errore... A me sembra che a lui manchi la "mixed voice" e alleggerisca eccessivamente.

Anche il cosiddetto "falsetto" è un infinito; ci sono tante modalità di modulazione. Non è questione di umiltà, sono stato io stesso a rimettere tutto in discussione per tornare a monte della domanda (accennando anche alle percentuali che facevi tu, a mio parere in modo semplicistico), dunque mi pare di avere più che altro rivelato la complessità della questione... era un invito, poi chiaro che ci sia una parte più perentoria che mi deriva dalla pratica, e certe cose oramai tendo a darle per scontate -che sia falsetto per le mie orecchie è evidente. Si sente benissimo dagli armonici

@sèlavy ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

@stonato ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

@sèlavy ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

Caro mio, non è questione di "assicurare", studio le emissioni e i risuonatori da anni, quindi riesco a distinguere il falsetto (il che non è un denigrare, il "falso" è sempre presunto -falsetto, falsettone, false corde ecc. e cela universi) dalla testa; la CONSONANZA di testa a voce piena è un'altra cosa.
Comunque, era il punto meno importante di quanto scrivevo.

Selavy, ti rispetto, ma siamo in accordo e disaccordo sugli stessi punti dell' ultima discussione. Nemmeno a me sembra falsetto, ma posso sbagliarmi per carità. Uno quando parla deve avere l' umiltà di sapere che può essere in errore... A me sembra che a lui manchi la "mixed voice" e alleggerisca eccessivamente.

Anche il cosiddetto "falsetto" è un infinito; ci sono tante modalità di modulazione. Non è questione di umiltà, sono stato io stesso a rimettere tutto in discussione per tornare a monte della domanda (accennando anche alle percentuali che facevi tu, a mio parere in modo semplicistico), dunque mi pare di avere più che altro rivelato la complessità della questione... era un invito, poi chiaro che ci sia una parte più perentoria che mi deriva dalla pratica, e certe cose oramai tendo a darle per scontate -che sia falsetto per le mie orecchie è evidente. Si sente benissimo dagli armonici

Mi dispiace ma sono in pieno disaccordo non lo uso proprio il falsetto io e pura voce di testa !!!

Comunque, se desideri un parere più preciso, mandami un file in cui "esplori" un po' la tua vocalità... gravi, vocalizzi vari, zona del passaggio, parlato.

@sèlavy ha scritto in Sono un tenore o un baritono leggero ?:

Comunque, se desideri un parere più preciso, mandami un file in cui "esplori" un po' la tua vocalità... gravi, vocalizzi vari, zona del passaggio, parlato.

https://www.youtube.com/watch?v=rmImn7NRxeo
qui canto

il nostro concerto di claudio baglioni

una sola cosa il microfono era un po alto ogni tanto quando cantavo distorceva

Cmq mia estensione mi1 si3 raramente arrivo al do4 la zona del passaggio ha detto la mia insegnante che e tra il fa3/fa#3/sol3 la tessitura non lo so ancora su che xona e' I vocalizzi mi fa fare le scale dal basso verso l alto e dall alto verso il basso la-a-a-a /do-o-o-o/mi Oppure arpeggiato mi-i-i-i/do-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o/mi anche re-e-e-e/do-o-o-o/mi in genere sol1 a si3 poi da si3 a sol1 ma anche a do4 o fino a fa1 mi1 arrivo a fare con I vocalizzi

  • 77
    Post
  • 1245
    Visualizzazioni