Paura di aver rovinato la voce

Buongiorno, seguo da poco questo forum e ho deciso di scrivere per un problema che mi sta preoccupando non poco.
Studio canto da 1 anno e mezzo, ho diversi problemi sul cantato principalmente legati alla gola. Stringo la gola, senza riuscire ad evitarlo, e questo fa si che spesso dopo poco la voce si sporchi, e che soprattutto io inizi a sentire dolore proprio al centro della gola. Sento una tensione talmente forte che diventa vero e proprio dolore. La mia insegnante attribuisce tutto questo ad un mio atteggiamento mentale ed emotivo, sono molto critica nei miei confronti, giudico qualunque suono esca dalla mia bocca, ed ho un carattere molto introverso. Queste cose secondo lei fanno si che io non mi lasci andare, e che quindi tenti di controllare la voce "stringendo" la gola.
Il problema è ora un altro. Sto attraversando un periodo molto difficile soprattutto in famiglia e purtroppo a seguito di discussioni pesanti mi sono ritrovata ad urlare come una pazza, sia durante la discussione che dopo per sfogarmi.
Ora sento la gola affaticata appena canto qualcosa, e mi fa male dopo poco, la medesima sensazione di quando stringo la gola e mi lascia quel senso di tensione dolorosa, come se non riuscissi più a rilassarla. La voce è a tratti sporca. Insomma ho il terrore di aver compromesso le corde vocali.
Alla mia insegnante questo inverno dopo una discussione in cui ha fatto un urlo è venuto un polipo alle corde vocali, risoltosi spontaneamente dopo 1 mesetto in cui ha cercato di usare il minimo possibile la voce. Quindi mi ha tranquillizzato dicendo che se anche ci fosse un edema o un polipo è qualcosa che nei casi meno gravi guarisce spontaneamente con un po di accortezze, e nel caso non dovesse si rimedia con un operazione.
La mia paura però è che io possa aver causato con questi urli qualcosa di più grave di un polipo o un edema, anche se non so esattamente cosa.
Insomma ho il terrore di aver rovinato irrimediabilmente la mia voce e volevo avere un parere esperto a riguardo, se è effettivamente possibile.
Scusatemi ma sto malissimo.

Ciao Giulia, spero di offrirti informazioni utili rispondendoti a più punti.

  1. Se, come mi sembra di capire, la paura ti attanaglia in maniera così devastante, dovresti fare una visita foniatrica o ORL in endoscopia (no, non basta lo "specchietto") per metterti l'anima in pace.
  2. Nessuno può valutare lo stato della tua voce senza ascoltarti parlare e cantare, magari con appositi esami strumentali - se necessario.
  3. Nel tuo post fai riferimento alla voce cantata.. come sta la tua voce parlata?
  4. La tua insegnante dice che "stringi la gola" per ragioni psicologiche. Può essere che sia così, ma può anche essere che ci siano ragioni fisiche che alterano la vibrazione cordale (dalla MRGE ad un imbalance ormonale a una conformazione istologica cordale atipica..). Ancora una volta, solo un esame endostroboscopico ti può aiutare a capire, con l'aiuto di uno specialista, di cosa si tratta.
  5. Lo stress non aiuta.. un eccesso di stress è correlato a disordini vocali, per cui.. a prescindere da come stiano le cose, non è nel tuo interesse agitarti così tanto (da come scrivi sembri disperata).
  6. Nell'attesa di una diagnosi medica, mantieniti ben idratata (quanta acqua bevi al giorno?), controlla l'equilibrio ormonale, evita l'automedicazione e l'ipocondria e fatti seguire da un docente di canto serio e qualificato.
    In bocca al lupo e buona voce!
  • 2
    Post
  • 1005
    Visualizzazioni