Bisogna ancora credere nella musica?

Ciao, ho 17 anni e studio canto da circa 5-6, so di non essere ancora completo come cantante, comunque ho comprato un mio impiantino (2 casse, una spia, mixer ed un video proiettore) e la sera vado a fare serate di Karaoke nei locali, circa 2 serate a settimana, non per soldi, va be anche quelli, ma più che altro lo faccio per esperienza, per imparare a parlare ed intrattenere la gente e a muovermi di più dato che partecipo anche a molti concorsi canori...

Fatto sta che durante queste serate mi esibisco in canzoni "da Karaoke" e ogni tanto ci butto dentro qualche canzone che spacca ai concorsi, eh... si prendo un po' di applausi, ma io mi incazzo quando arriva il co*****e di turno che canta il solito brano di Mina o Celentano (rima non voluta) che URLANO, e nonostante ciò vengono osannati dal pubblico...

Io mi chiedo come c**** si fa ad esaltarsi così tanto per uno che urla e non fa altro che rovinare la sua voce??

Non dico di essere un cantante "della madonna" (scusate il termine, ma è quello più appropriato), ma ai concorsi canori anche di livello abbastanza alto faccio sempre una signor figura e ricevo complimenti dai giurati sia per presenza scenica, interpretazione, timbro e tecnica vocale e dopo mi ritrovo ai Karaoke e sento che con la musica non riuscirò MAI ad arrivare da nessuna parte dato che la gente non capisce e non capirà mai nulla di musica...

Nonostante tutto io continuerò a studiare canto e piano ed andrò avanti col fare le serate, andrò avanti a studiare scuola da geometra e alla fine mi ritroverò proprio a fare il geometra, dato che la musica non pone sbocchi.

Io amo cantare e suonare, ma credo che la musica oltre poche serate durante la settimana, non potrà essere null'altro nella mia vita

Si vabè, se credi che il "fare musica" nella vita sia concorsi e karaoke allora certo che è difficile andare da qualche parte...e se vai in un locale a fare karaoke non puoi arrabbiarti se la gente non è un critico musicale! Non è venuta a vedere un concerto, non sono appassionati di musica, non puoi pretendere che lo siano. Cerca di farti rispettare e farti un nome tra i musicisti, il mio maestro tempo addietro disse che è quella la moneta di scambio nel mondo della musica...sei giovane per essere disilluso, io sono più vecchio di te e non lo sono ancora...se sai fare una cosa davvero bene allora emergerai, la meritocrazia è assicurata quasi sempre in un mercato artistico: questo vuol dire campare poco di dischi, il giusto di concerti e SOPRATTUTTO di didattica, è così che vivono i musicisti bravi che non sono bon jovi o Madonna.

te lo dico con affetto:

  • non essere arrogante
  • non sei tu che decidi cosa sia bello e cosa non lo sia
  • non essere invidioso

fai la musica che ti piace, non entrare in competizione. Il canto non ti eleva al di sopra di nessuno, tanto meno la tecnica. Considera che nelle situazioni che descrivi stai facendo uno show. E' il pubblico che decide se lo show è buono o meno e questo vale per te quanto per gli "urlatori".
Finché riesci a godere del cantare sei sulla buona strada, tutto il resto sono solo enormi seghe mentali sul senso della vita.

@andrea96gerva ha scritto in Bisogna ancora credere nella musica?:

Ciao, ho 17 anni e studio canto da circa 5-6, so di non essere ancora completo come cantante, comunque ho comprato un mio impiantino (2 casse, una spia, mixer ed un video proiettore) e la sera vado a fare serate di Karaoke nei locali, circa 2 serate a settimana, non per soldi, va be anche quelli, ma più che altro lo faccio per esperienza, per imparare a parlare ed intrattenere la gente e a muovermi di più dato che partecipo anche a molti concorsi canori...

Fatto sta che durante queste serate mi esibisco in canzoni "da Karaoke" e ogni tanto ci butto dentro qualche canzone che spacca ai concorsi, eh... si prendo un po' di applausi, ma io mi incazzo quando arriva il co*****e di turno che canta il solito brano di Mina o Celentano (rima non voluta) che URLANO, e nonostante ciò vengono osannati dal pubblico...

Io mi chiedo come c**** si fa ad esaltarsi così tanto per uno che urla e non fa altro che rovinare la sua voce??

Non dico di essere un cantante "della madonna" (scusate il termine, ma è quello più appropriato), ma ai concorsi canori anche di livello abbastanza alto faccio sempre una signor figura e ricevo complimenti dai giurati sia per presenza scenica, interpretazione, timbro e tecnica vocale e dopo mi ritrovo ai Karaoke e sento che con la musica non riuscirò MAI ad arrivare da nessuna parte dato che la gente non capisce e non capirà mai nulla di musica...

Nonostante tutto io continuerò a studiare canto e piano ed andrò avanti col fare le serate, andrò avanti a studiare scuola da geometra e alla fine mi ritroverò proprio a fare il geometra, dato che la musica non pone sbocchi.

Io amo cantare e suonare, ma credo che la musica oltre poche serate durante la settimana, non potrà essere null'altro nella mia vita

Ma pensa un pò...
i complimenti e gli applausi tuoi sono meritatissimo,,, sei un cantante della madonna

se prendono gli applausi gli altri... allra la gente non capisce una beata minchia.

e beh... mafortuna che sei nato tu.

povera italia

Andrea96gerva , ingoia il rospo e va avanti. Dove gli altri urlano tu cerca la peculiarità , porta sempre pezzi ricercati ma non dimenticati o sconosciuti.
E cosa fondamentale , sii assolutamente umile prima con te stesso e poi con gli altri. La musica è arte non fama, se cerchi la fama fai male se sei un artista la fama arriva da se.

Essendo cresciuto molto negli ultimi anni forse posso darti un buon consiglio.

Ovviamente l'arte (compresa quella musicale) per sua natura tende prima o poi a scontrarsi con il riscontro del prossimo, tuttavia ricorda una cosa che è una vera e propria legge della psiche umana:
. Ti dico questo perchè i gusti, la cultura di massa e le tendenze cambiano di continuo e sono fortemente instabili e incostanti ed affidare la motivazione per seguire un percorso duro come lo studio del canto ad una cosa discontinua e imprevedibile come il riscontro della folla vuol dire fallire in partenza. Non devi studiare canto o recitazione per piacere agli altri, non devi metterti a dieta per piacere agli altri, tutte queste cose devi farle per stare bene con te stesso, perchè gli altri possono cambiare idea, annoiarsi, dedicarsi ad altro, cambiare gusti ma TU ci sarai sempre. La motivazione migliore per fare le cose è una motivazione che ci sia sempre, che non sia intermittente ed imprevedibile (specialmente per fare cose che richiedono costanza).... dunque se tu canterai e studierai canto perchè ti piace, perchè vuoi saper cantare benissimo sia sotto la doccia che sul palco davanti a migliaia di persone bene.... se invece studi canto a caccia di applausi o della ribalta allora sappi che NESSUNO potrà prevedere come andrà a finire perchè avrai sempre bisogno che siano gli altri a dirti cosa vuoi davvero e credimi....nessun abitante di questo mondo ha firmato un contratto in cui si impegna a motivarti per tutta la vita!

Essendo cresciuto molto negli ultimi anni forse posso darti un buon consiglio.

Ovviamente l'arte (compresa quella musicale) per sua natura tende prima o poi a scontrarsi con il riscontro del prossimo, tuttavia ricorda una cosa che è una vera e propria legge della psiche umana:
. Ti dico questo perchè i gusti, la cultura di massa e le tendenze cambiano di continuo e sono fortemente instabili e incostanti ed affidare la motivazione per seguire un percorso duro come lo studio del canto ad una cosa discontinua e imprevedibile come il riscontro della folla vuol dire fallire in partenza. Non devi studiare canto o recitazione per piacere agli altri, non devi metterti a dieta per piacere agli altri, tutte queste cose devi farle per stare bene con te stesso, perchè gli altri possono cambiare idea, annoiarsi, dedicarsi ad altro, cambiare gusti ma TU ci sarai sempre. La motivazione migliore per fare le cose è una motivazione che ci sia sempre, che non sia intermittente ed imprevedibile (specialmente per fare cose che richiedono costanza).... dunque se tu canterai e studierai canto perchè ti piace, perchè vuoi saper cantare benissimo sia sotto la doccia che sul palco davanti a migliaia di persone bene.... se invece studi canto a caccia di applausi o della ribalta allora sappi che NESSUNO potrà prevedere come andrà a finire perchè avrai sempre bisogno che siano gli altri a dirti cosa vuoi davvero e credimi....nessun abitante di questo mondo ha firmato un contratto in cui si impegna a motivarti per tutta la vita!

  • 7
    Post
  • 1158
    Visualizzazioni