si riparte da 0... haimé... :(

ho studiato un anno con un insegnante che mi preparava da baritono perché convinta che lo fossi, io fin da subito ero dubbioso su questa cosa per via del timbro e dell'estensione.. sotto il do2 sono afono a meno che nn metto la voce in gola e la ingrosso.. però, come si dice... l'insegnante ne sa più di te quindi dopo un periodo di incertezze mi sono autoconvinto di essere un baritono che salendo raggiungeva il sib3 (in malissimo modo :S afonia totale dopo ogni volta per tutta la serata e mal di gola) dopo però l'anno di studio in questione sono cominciati a sorgere dei dubbi sulla mia tecnica, aiutato (e lo posso dire Smile ) da questo forum e da alcuni utenti che sentendo la voce mi hanno fatto le giuste osservazioni, allora ho cominciato a vedermi intorno e ora da quasi 2 mesi ho cambiato insegnante, quest'ultimo ha un'esperienza incredibile, è 1000 volte più professionale e ha molti altri studenti più avanti di me che con lui sono cresciuti vocalmente, lui è molto più propenso a considerarmi tenore (e di fatti grazie a lui sento la voce molto più leggera e chiara) ma il problema è che sono ripartito da 0 perché nell'anno precedente avevo imparato solamente ad ingrossare la voce irrigidento praticamente tutto dal collo in su, e questo per cercare una vocalità scura da baritono, che usciva è vero, ma durava una decina di minuti poi ogni volta..afonia.. ora sono ripartito dallo studio dell'emissione vocale e nella ricerca della posizione del suono il problema è che proprio non riesco ad ammorbidire i muscoli del collo e aprire il palato così da far spazio.. sto impazzendo più cerco di rilassarmi e più sto teso...poi non riesco a passare dalla "i" alla "o" senza portare il suono dietro e farlo gigante.. con la "e" è molto più semplice perché gia in avanti ma la "o" Sad ...insomma.. depressione... dopo un anno ricominciare da 0 e sopratutto.. trovare anche 1000 difficoltà nelle cose più semplici mi porta il morale sotto il pavimento di casa :S lui dice che col tempo tutto si sistemerà..sarà così?!... :S a qualcuno di voi è capitato mai una cosa simile?! scusate lo sfogo..o bisogno di sentire chi più esperto di me...

Ciao,
capisco benissimo la tua frustrazione. Però, la prima parola che uno deve imparare, secondo me, quando vuole studiare seriamente il canto è "la pazienza". Per perdere i difetti ci vuole tempo, e due mesi non sono abbastanza. Hai impiegato un anno intero imparare bene questi difetti, no? Sicuramente ci vuole almeno un anno per cancellarli totalmente.
Non ti scoraggiare, dai fiducia al tuo nuovo insegnante (oltretutto se vedi che gli altri fanno passi avanti, vorrà dire che è bravo) e abbi tanta pazienza.
Anche ho iniziato come te, giovanissimo, da baritono, poi dopo due anni con un maestro purtroppo da dimenticare è venuto fuori che in realtà sono un tenore leggero. Quindi può capitare, ci ho messo tanto tempo prima di perdere tutti miei difetti da baritono (voce ingrossata, intubata etc).
Quindi forza, coraggio e PAZIENZA! Smile

@alphie1989 ha scritto in si riparte da 0... haimé... :(:

ho studiato un anno con un insegnante che mi preparava da baritono perché convinta che lo fossi, io fin da subito ero dubbioso su questa cosa per via del timbro e dell'estensione.. sotto il do2 sono afono a meno che nn metto la voce in gola e la ingrosso.. però, come si dice... l'insegnante ne sa più di te quindi dopo un periodo di incertezze mi sono autoconvinto di essere un baritono che salendo raggiungeva il sib3 (in malissimo modo :S afonia totale dopo ogni volta per tutta la serata e mal di gola) dopo però l'anno di studio in questione sono cominciati a sorgere dei dubbi sulla mia tecnica, aiutato (e lo posso dire Smile ) da questo forum e da alcuni utenti che sentendo la voce mi hanno fatto le giuste osservazioni, allora ho cominciato a vedermi intorno e ora da quasi 2 mesi ho cambiato insegnante, quest'ultimo ha un'esperienza incredibile, è 1000 volte più professionale e ha molti altri studenti più avanti di me che con lui sono cresciuti vocalmente, lui è molto più propenso a considerarmi tenore (e di fatti grazie a lui sento la voce molto più leggera e chiara) ma il problema è che sono ripartito da 0 perché nell'anno precedente avevo imparato solamente ad ingrossare la voce irrigidento praticamente tutto dal collo in su, e questo per cercare una vocalità scura da baritono, che usciva è vero, ma durava una decina di minuti poi ogni volta..afonia.. ora sono ripartito dallo studio dell'emissione vocale e nella ricerca della posizione del suono il problema è che proprio non riesco ad ammorbidire i muscoli del collo e aprire il palato così da far spazio.. sto impazzendo più cerco di rilassarmi e più sto teso...poi non riesco a passare dalla "i" alla "o" senza portare il suono dietro e farlo gigante.. con la "e" è molto più semplice perché gia in avanti ma la "o" Sad ...insomma.. depressione... dopo un anno ricominciare da 0 e sopratutto.. trovare anche 1000 difficoltà nelle cose più semplici mi porta il morale sotto il pavimento di casa :S lui dice che col tempo tutto si sistemerà..sarà così?!... :S a qualcuno di voi è capitato mai una cosa simile?! scusate lo sfogo..o bisogno di sentire chi più esperto di me...

Se ti può consolare la mia insegnante ha dovuto ripartire da 0 per ben tre volte a causa di insegnanti poco competenti ma pensa tutto questo dopo il diploma al Conservatorio!! Anche lei ha dovuto armarsi di pazienza.. l' importante è che tu sia convinto di avere trovato l' insegnante giusto, è importante fidarsi di chi ti guida in questo non semplice percorso Wink

si è vero, serve pazienza più di ogni altra cosa!.. in effetti ci ho messo un anno per imparare a sbagliare!... ora ad ogni lezione mi accorgo che i primi 20 minuti incondizionatamente sono teso e torno coi difetti di prima, poi verso la fine della lezione sono più "morbido".. a breve posterò qualcosa così magari potete ascoltarmi e dirmi le vostre opinioni.. certo però.... 2 anni da baritono e ora tenore leggero?! O.o io volendo posso capire il mio caso, cioè essere considerato baritono quando dice l'insegnante probabilmente potrei essere un tenore lirico spinto\drammatico.. cioè 2 tipi di voce che può capitare di confondere, ma tra baritono e tenore leggero c'è un oceano di differenze!!! :s quindi anche te probabilmente avevi i problemi che io ho ora, cioè lavoravi con i muscoli per trovare una vocalità fuori dalla tua portata o sbaglio?!..hai fatto qualche esercizio particolare per rilassare la nuca e tutto il resto o il tempo è stata la cura?!

"Il problema" che ha fatto confondere più di un insegnante l'ha scoperto dopo tanti anni che studiavo da tenore leggero il dottor Fussi. Ci sono andato per un semplice controllo e mi ha spiegato che ho gli spazi da tenore drammatico (quindi colore scuro) e le corde da tenore leggero. Ecco perché probabilmente mio primo insegnante si era sbagliato, se è lasciato influenzare dal colore. Poi io avevo 18 anni, completamente vergine dal punto di vista tecnico-vocale quindi mi sono fidato. I miei difetti erano tanti, la voce risultava vecchia, intubata, pesante. Lavoravo di muscoli si, ma questo anche dopo aver cambiato registro. Ho dovuto cambiare 4 insegnanti prima di arrivare a quello giusto. Cosa vuol dire la leggerezza e semplicità nell'emissione, l'ho scoperto dopo anni di studio serio e metodico, passando per tanti momenti di crisi, di sconforto etc. Ecco perché ti dico che ci vuole tanta pazienza, ma alla fine capirai! Very Happy
Esercizi particolari per rilassare la nuca non li ho fatti. Piano piano ho semplicemente imparato a fidarmi della mia respirazione naturale, del flusso d'aria e mi sono reso conto che alla fine i muscoli non servono. Però ripeto, non ho fatto in due-tre mesi questo percorso ci è voluto parecchio di più.
Se vedi che alla fine della tua lezione di canto la voce sta meglio, vorrà dire che probabilmente stai procedendo bene.

per ora a fine lezione sento un pò di afonia, non mal di gola ma una leggera afonia, il maestro dice che è normale perché sto facendo passare aria dove prima non passava quindi ne risentono un pò, ma dice è una fase transitoria che sparisce da sola in poco tempo, la differenza è che invece quando tornavo da lezione (con l'altro insegnante) la voce era a pezzi la sentivo quasi rauca.. :S ora invece finita lezione, dopo una mezz'ora piano piano la voce torna come prima...ma credo (parlo da ignorante) che sia normale anche perché come ora ben sai Very Happy lavoro ancora e purtroppo moltissimo coi muscoli per cui la voce ne risente subito!

Effettivamente può essere normale, a volte basta un esercizio fatto male e già questo può causare una leggera afonia. Non dovrebbe essere così sempre però. Quindi osservati e vedi se va meglio. Normalmente, alla fine della lezione, la voce dovrebbe essere più fresca, più leggera e più squillante. Anche quando lavorerai, è un buon indicatore per se stessi - se la voce dopo aver cantato lungamente nel parlato sta bene, allora si è cantato bene. Se è leggermente rauca, vuol dire che abbiamo fatto qualche cavolata, tecnicamente parlando.
Però i maestri che fanno andare via gli allievi con le voci a pezzi, dovrebbero cambiare il mestiere!!! Quindi hai fatto bene a cambiare, sicuramente!

si è vero! di sicuro ho fatto bene a cambiare, ora sono consapevole di molte più cose e molti più difetti!.. comunque a breve registrerò qualcosa, cose semplici per allievi agli inizi e magari mi puoi dare poi una tua valutazione! appena mi riprendo da questo terribile mal di gola e raffreddore vedo di registrare qualcosina Smile

Va bene Alphie! Se ti può essere utile, sento volentieri una tua registrazione. Nel frattempo buona guarigione!

la FONASTENIA (non afonia) cioè stanchezza post lezione è normale soprattutto in chi non ha una tecnica ferrata e completa.
anche cantanti in carriera a volte dopo una performance non hanno assolutamente la voce fresca e riposata!

anormale è se si prolunga per molte ore o al giorno successivo.

evitate di continuare ad esercitarvi dopo la lezione; non bevete cose calde o fredde ma tiepide e non diuretiche (una camomilla, una tisana di tiglio o alla frutta ok; no caffè, te o tisane diuretiche neanche appena/qualche ora prima della lezione); idratate le mucose nasali con spray tipo isomar; non raschiate la voce; fate esercizi di defatigamento: esattamente come si scalda la voce - prassi che non dovrebbe essere costituita da lunghi vocalizzi ma da esercizi atti a svegliare e rimemorare tutto il sistema fonatorio, per poi passare ai vocalizzi che sono tecnica vera e quindi vanno fatti con massima concentrazione e perizia su ogni nota poiché quello costituirà il vostro bagaglio tecnico, non i brani! - si deve poi ''raffreddare'' l'organo vocale; quando prendete fiato assicuratevi di farlo dal naso se l'ambiente è polveroso, in ogni caso curate sempre che la gola sia ben aperta: quello sarà lo spazio ideale del suono fluido poiché le corde adducono bene solo se la glottide è ben aperta prima - mai però prendere troppo fiato e accusare tensioni, gli eccessi vanno sempre evitati.

magnolissima ha scritto in si riparte da 0... haimé... :(:

la FONASTENIA (non afonia) cioè stanchezza post lezione è normale soprattutto in chi non ha una tecnica ferrata e completa.
anche cantanti in carriera a volte dopo una performance non hanno assolutamente la voce fresca e riposata!

Magnolissima, grazie per il termine che non conoscevo! Smile Penso che non è una cosa grave se succede, ma il compito del maestro dovrebbe essere di evitarlo. Da cantante professionista ripeto che se si canta bene, anche una recita di 3 ore non fa assolutamente stancare la voce, è ovvio che può succedere, perché non siamo macchine, ma non dovrebbe.

magnolissima ha scritto in si riparte da 0... haimé... :(:

la FONASTENIA (non afonia) cioè stanchezza post lezione è normale soprattutto in chi non ha una tecnica ferrata e completa.
anche cantanti in carriera a volte dopo una performance non hanno assolutamente la voce fresca e riposata!

anormale è se si prolunga per molte ore o al giorno successivo.

evitate di continuare ad esercitarvi dopo la lezione; non bevete cose calde o fredde ma tiepide e non diuretiche (una camomilla, una tisana di tiglio o alla frutta ok; no caffè, te o tisane diuretiche neanche appena/qualche ora prima della lezione); idratate le mucose nasali con spray tipo isomar; non raschiate la voce; fate esercizi di defatigamento: esattamente come si scalda la voce - prassi che non dovrebbe essere costituita da lunghi vocalizzi ma da esercizi atti a svegliare e rimemorare tutto il sistema fonatorio, per poi passare ai vocalizzi che sono tecnica vera e quindi vanno fatti con massima concentrazione e perizia su ogni nota poiché quello costituirà il vostro bagaglio tecnico, non i brani! - si deve poi ''raffreddare'' l'organo vocale; quando prendete fiato assicuratevi di farlo dal naso se l'ambiente è polveroso, in ogni caso curate sempre che la gola sia ben aperta: quello sarà lo spazio ideale del suono fluido poiché le corde adducono bene solo se la glottide è ben aperta prima - mai però prendere troppo fiato e accusare tensioni, gli eccessi vanno sempre evitati.

non conoscevo quel termine, comunque credo sia quello che dici te, perché non è una cosa che si prolunga troppo tempo, nel giro di di 1\2 ore comincia a tornare normale, e mai ne ho portato i traumi anche per il giorno dopo! l'insegnante dice che è perché passa aria dove prima non la facevo passare e perché non ho una tecnica salda per cui sono ancora alla ricerca del suono giusto!.. quando sente che la voce si stanca specialmente dopo che mi spinge un pò di più su qualche esercizio mi fa fare degli esercizi per recuperare la voce, cioè emissione della "m" che dice riposiziona un pò il suono in avanti e sul parlato per poi passare alla "i" che è la più stretta e in avanti..

  • 13
    Post
  • 2470
    Visualizzazioni