Come si determina il registro vocale?

Ciao a tutti!
Premetto che pur piacendomi il canto, non ho alcuna base di conoscenza tecnica.

Da qualche giorno ho un dubbio: il registro vocale è una cosa che dipende unicamente dalla singola persona (leggevo nei vecchi post, lunghezza delle corde vocali,...) o può essere diretta verso una propria preferenza?

I ruoli sono indicativi, cioè un soprano può cantare un mezzosoprano -magari con meno voce e un po' più di fatica, o sono rigidi?

Quindi, in definitiva, ci si può fare un'idea personale del tipo di voce? Da parte mia ho provato quanto consigliato sul forum: prendere una canzone conosciuta e cantarla, vedere dove si capita. Tendenzialmente tendo a stare alto (troppo per una voce maschile?), al punto che già alle prime note devo "sforzare". Se, pianoforte alla mano, scendo un po' mi ritrovo a boccheggiare e a "parlare" il testo della canzone. Shocked

Mi viene il dubbio che sia completa mancanza di tecnica: può essere? Insomma, pur non avendo intenzione nel breve periodo di studiare canto, avrei la curiosità di sapere se sono basso o tenore. Smile Wink

@semola ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

Ciao a tutti!
Premetto che pur piacendomi il canto, non ho alcuna base di conoscenza tecnica.

Da qualche giorno ho un dubbio: il registro vocale è una cosa che dipende unicamente dalla singola persona (leggevo nei vecchi post, lunghezza delle corde vocali,...) o può essere diretta verso una propria preferenza?

I ruoli sono indicativi, cioè un soprano può cantare un mezzosoprano -magari con meno voce e un po' più di fatica, o sono rigidi?

Quindi, in definitiva, ci si può fare un'idea personale del tipo di voce? Da parte mia ho provato quanto consigliato sul forum: prendere una canzone conosciuta e cantarla, vedere dove si capita. Tendenzialmente tendo a stare alto (troppo per una voce maschile?), al punto che già alle prime note devo "sforzare". Se, pianoforte alla mano, scendo un po' mi ritrovo a boccheggiare e a "parlare" il testo della canzone. Shocked

Mi viene il dubbio che sia completa mancanza di tecnica: può essere? Insomma, pur non avendo intenzione nel breve periodo di studiare canto, avrei la curiosità di sapere se sono basso o tenore. Smile Wink

guarda in teoria e forse anche in pratica sarebbe meglio che ognuno non esulasse dal proprio repertorio..mi vengono in mente soprani che hanno fatto anche parti da mezzo(la callas in primis che cantava carmen avendo una prima ottava di colore scuro,a mio parere dovuta a un a posizione del suono in bocca perchè poi il resto della voce risultava chiaro...ma la callas a forza di cantare di tutto e di più mi risulta si sia spaccata)
cantare su tessiture non appropriate può portare a danni...ci sono poi soggetti particolarmente predisposti a ruoli ibridi..alcuni tenori drammatici che sono passati a baritoni e viceversa ma si tratta comunque di vocalità che vivono al margine tra i due registri per cui la scelta è dovuta più che altro a quale repertorio è più nelle proprie corde.
per dirti io ho un centro e una zona grave piuttosto facile ,ma se mi azzardassi a cantare da mezzosoprano(posto comunque che non ho il colore da mezzo)mi ritroverei tra un mese intubata,senza sovracuti e probabilmente con una voce diseguale nelle varie ottave
a quanto dici nel tuo caso potrebbe trattarsi di problemi tecnici ma...hai mai pensato di essere baritono?

@donna-elvira ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

a quanto dici nel tuo caso potrebbe trattarsi di problemi tecnici ma...hai mai pensato di essere baritono?

Ah si, potrebbe essere, la mia espressione voleva intendere che ancora non riesco a capire tra i due estremi opposti, figuriamoci in una scelta ancora più "stretta" Laughing

Grazie per il resto della spiegazione, chiarissima. Wink

@semola ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

@donna-elvira ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

a quanto dici nel tuo caso potrebbe trattarsi di problemi tecnici ma...hai mai pensato di essere baritono?

Ah si, potrebbe essere, la mia espressione voleva intendere che ancora non riesco a capire tra i due estremi opposti, figuriamoci in una scelta ancora più "stretta" Laughing

Grazie per il resto della spiegazione, chiarissima. Wink

figurati ,dovere ,dovere
facci sapere poi che voce hai,io tifo per i bass baritonezzzz!

riproduci "in voce" con buona facilità il do4 ?
se si sei tenore(che comunque è suddivisibile in sottoinsiemi ulteriori)

@donna-elvira ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

@semola ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

Quindi, in definitiva, ci si può fare un'idea personale del tipo di voce? Da parte mia ho provato quanto consigliato sul forum: prendere una canzone conosciuta e cantarla, vedere dove si capita. Tendenzialmente tendo a stare alto (troppo per una voce maschile?), al punto che già alle prime note devo "sforzare". Se, pianoforte alla mano, scendo un po' mi ritrovo a boccheggiare e a "parlare" il testo della canzone. Shocked

a quanto dici nel tuo caso potrebbe trattarsi di problemi tecnici ma...hai mai pensato di essere baritono?

Senza sapere le note è difficile fare ipotesi, ma da quello che mi pare di capire tende a iniziare le canzoni maschili un'ottava sopra, quindi forse è tenore se non più alto.

@beat ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

riproduci "in voce" con buona facilità il do4 ?
se si sei tenore(che comunque è suddivisibile in sottoinsiemi ulteriori)

Per do4 intendi quello un'ottava sopra il do centrale?
Se lo "penso" e provo a cantarlo viene fuori una strana nota ibrida. Laughing

Se prima faccio il do3 riesco invece a salire al volo di un'ottava, e come voce ci siamo tranquillamente, anzi forse mi viene meglio il 4 del 3... lo sento di più mio. Mi viene poi spontaneo cercare di salire, per vedere cosa succede. Il re4 ancora c'è, con il mi iniziano i problemi, il fa è una cosa comica Rolling Eyes

E, in effetti, è questa la zona dove vado spontaneo negli esercizi a orecchio, ma poi non ci sto dietro.

Se, per prova, vado al do3 e scendo, arrivo decorosamente al do2 (con un po' di fatica ma con l'intonazione giusta).

Però, riassumendo: tenendo come estremi prudenziali do2-do4 mi ritrovo con 2 ottave...! Non sono un po' troppe per uno che il canto lo ascolta? Per questo motivo penso di sbagliare da qualche parte...

Se può servire a fare un quadro, le altre mie competenze musicali si "limitano" una decina d'anni di pianoforte. Wink

Grazie di nuovo a tutti Smile

io non sono molto d'accordo con il parametro di beat per verificare la vocalità tenorile di una persona. Soprattutto all'inizio è possibile che il do4 (che comunque è una nota MOLTO alta) sia davvero difficoltoso da raggiungere! Dirò di più... io ho amici con vocalità decisamente tenorili che hanno difficoltà con fa3 o sol3. Non sono cantanti, ma si improvvisano tali, ma questo non vuole dire molto. Il do4 può essere UN parametro, ma non la cartina al tornasole. Io continuo a pensare che la classificazione vocale si debba fare in base alla timbrica e al colore, non in base all'estensione...

@semola ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

@beat ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

riproduci "in voce" con buona facilità il do4 ?
se si sei tenore(che comunque è suddivisibile in sottoinsiemi ulteriori)

Però, riassumendo: tenendo come estremi prudenziali do2-do4 mi ritrovo con 2 ottave...! Non sono un po' troppe per uno che il canto lo ascolta? Per questo motivo penso di sbagliare da qualche parte...

Se può servire a fare un quadro, le altre mie competenze musicali si "limitano" una decina d'anni di pianoforte. Wink

Tenderei ad escludere problemi di misurazione e conteggio delle note...

No, un paio d'ottave sono abbastanza comuni.

@valerio_vanni ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

@donna-elvira ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

@semola ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

Quindi, in definitiva, ci si può fare un'idea personale del tipo di voce? Da parte mia ho provato quanto consigliato sul forum: prendere una canzone conosciuta e cantarla, vedere dove si capita. Tendenzialmente tendo a stare alto (troppo per una voce maschile?), al punto che già alle prime note devo "sforzare". Se, pianoforte alla mano, scendo un po' mi ritrovo a boccheggiare e a "parlare" il testo della canzone. Shocked

a quanto dici nel tuo caso potrebbe trattarsi di problemi tecnici ma...hai mai pensato di essere baritono?

Senza sapere le note è difficile fare ipotesi, ma da quello che mi pare di capire tende a iniziare le canzoni maschili un'ottava sopra, quindi forse è tenore se non più alto.

effettivamente come dici tu per poterlo definire occorrerebbe anche sapere dove ha il passaggio, che colore ha la voce etc etc etc

@made-of-storm ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

Il do4 può essere UN parametro, ma non la cartina al tornasole. Io continuo a pensare che la classificazione vocale si debba fare in base alla timbrica e al colore, non in base all'estensione...

Sono d'accordo, la penso anch'io così

@made-of-storm ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

io non sono molto d'accordo con il parametro di beat per verificare la vocalità tenorile di una persona. Soprattutto all'inizio è possibile che il do4 (che comunque è una nota MOLTO alta) sia davvero difficoltoso da raggiungere! Dirò di più... io ho amici con vocalità decisamente tenorili che hanno difficoltà con fa3 o sol3.

Nemmeno io sono d'accordo con Beat, perché l'estensione va guardata su entrambi i fronti.
Ma probabilmente il suo è un "se", non un "solo se".

@made-of-storm ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

Non sono cantanti, ma si improvvisano tali, ma questo non vuole dire molto. Il do4 può essere UN parametro, ma non la cartina al tornasole. Io continuo a pensare che la classificazione vocale si debba fare in base alla timbrica e al colore, non in base all'estensione...

Non puoi prescindere dall'estensione, però, perché per fare una parte vocale le note devono essere prese.
Tu dirai che non si può prescindere dal timbro, perché le parti richiedono un timbro specifico.

In conclusione, per fare una parte è meglio un'estensione adatta e un timbro sbagliato o un timbro giusto e un'estensione non adatta?

Io tendo a pensare che sia meglio la prima condizione, tu probabilmente ritieni meglio la seconda, ma prescindere totalmente da uno dei due fattori mi sembra sbagliato.

@valerio_vanni ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

@made-of-storm ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

io non sono molto d'accordo con il parametro di beat per verificare la vocalità tenorile di una persona. Soprattutto all'inizio è possibile che il do4 (che comunque è una nota MOLTO alta) sia davvero difficoltoso da raggiungere! Dirò di più... io ho amici con vocalità decisamente tenorili che hanno difficoltà con fa3 o sol3.

Nemmeno io sono d'accordo con Beat, perché l'estensione va guardata su entrambi i fronti.
Ma probabilmente il suo è un "se", non un "solo se".

@valerio_vanni ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

@made-of-storm ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

Non sono cantanti, ma si improvvisano tali, ma questo non vuole dire molto. Il do4 può essere UN parametro, ma non la cartina al tornasole. Io continuo a pensare che la classificazione vocale si debba fare in base alla timbrica e al colore, non in base all'estensione...

Non puoi prescindere dall'estensione, però, perché per fare una parte vocale le note devono essere prese.
Tu dirai che non si può prescindere dal timbro, perché le parti richiedono un timbro specifico.

In conclusione, per fare una parte è meglio un'estensione adatta e un timbro sbagliato o un timbro giusto e un'estensione non adatta?

Io tendo a pensare che sia meglio la prima condizione, tu probabilmente ritieni meglio la seconda, ma prescindere totalmente da uno dei due fattori mi sembra sbagliato.

questa è una vecchia discussione... Wink

tu però mi stai parlando di "parte vocale", a me sembra che sia una generalizione un pochino fuori luogo. Come dire, un cantante se non riesce a fare, ad esempio, "questa o quella" del rigoletto non è tenore. Non sono d'accordo... può benissimo esistere un tenore con delle difficoltà sui do4, perché no? Non necessariamente avrà una voce grave, ti pare?

In fondo la classificazione tenore, britono, basso ha origine per distinguere voci chiare, voci medie e voci scure. Che poi le voci chiare, per costituzione, abbiano un estensione più spostata verso l'alto è un effetto collaterale, senza dubbio rilevante, ma non completamente rappresentatnte della categoria. Sarei più favorevole a inserire nelle caratteristiche proprie della voce tenorile le note di passaggio piuttosto che l'estensione.

Naturalmente, come ho detto prima, le voci tenorili sono inclini ad avere tessitura più alta e quindi note più alte. Questo significa che nel 99% dei casi un tenore avrà anche certe note, quindi direi che in pratica per me è accettabile in quasi tutti i casi la tua definizione, ma non come riprova assoluta.

@made-of-storm ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

@valerio_vanni ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

[
In conclusione, per fare una parte è meglio un'estensione adatta e un timbro sbagliato o un timbro giusto e un'estensione non adatta?

Io tendo a pensare che sia meglio la prima condizione, tu probabilmente ritieni meglio la seconda, ma prescindere totalmente da uno dei due fattori mi sembra sbagliato.

questa è una vecchia discussione... Wink

tu però mi stai parlando di "parte vocale", a me sembra che sia una generalizione un pochino fuori luogo. Come dire, un cantante se non riesce a fare, ad esempio, "questa o quella" del rigoletto non è tenore. Non sono d'accordo...

Non sto dicendo di prendere in considerazione singoli pezzi ma di lavorare a livello statistico.
Se questo cantante con una timbrica tenorile non riesce a fare bene l'80% delle parti da tenore e allo stesso tempo riesce a fare bene l'80% di quelle da baritono tu cosa gli faresti cantare, le cose fuori timbro o quelle fuori tonalità?

@made-of-storm ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

può benissimo esistere un tenore con delle difficoltà sui do4, perché no?

Sì, può esistere. Ma (è quello che contesto a Beat) bisogna guardare anche sotto. Se questo ha delle difficoltà anche sul Do2 direi che ha un'estensione tenorile pur se corta.
Se arriva al Mi1 mi viene da pensare che sia un'estensione baritonale.

@made-of-storm ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

In fondo la classificazione tenore, britono, basso ha origine per distinguere voci chiare, voci medie e voci scure. Che poi le voci chiare, per costituzione, abbiano un estensione più spostata verso l'alto è un effetto collaterale, senza dubbio rilevante, ma non completamente rappresentatnte della categoria. Sarei più favorevole a inserire nelle caratteristiche proprie della voce tenorile le note di passaggio piuttosto che l'estensione.

Premesso che secondo me in natura c'è un notevole mix tra estensioni e timbriche e che le due cose non hanno una correlazione tanto stretta, perché proprio il punto di passaggio come caratteristica importante?

lungi da me il contestare tutte queste belle divagazioni...ma credo che creino solo confusione nella testa di chi domanda aiuto...o no?
Poi, non sono gia state trattate in altri post?

@nicolaj-ghiaurov ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

lungi da me il contestare tutte queste belle divagazioni...ma credo che creino solo confusione nella testa di chi domanda aiuto...o no?
Poi, non sono gia state trattate in altri post?

Non sono divagazioni, sto parlando del topic.
Sul fatto che creino o meno confusione, è difficile dirlo. Io metto tutto il mio impegno per spiegare le cose e spero che facciano chiarezza anziché confusione.
Poi posso non esserci riuscito: cosa c'è di poco comprensibile?

Se una questione è complessa ritengo controproducente cercare delle risposte veloci.
Il mio intervento è in primo luogo un consiglio ad approfondire le cose anziché cercare risposte veloci.

Diceva un fisico che tutti i problemi hanno una soluzione semplice, solo che spesso questa è sbagliata.

@citazione in Come si determina il registro vocale?:

In conclusione, per fare una parte è meglio un'estensione adatta e un timbro sbagliato o un timbro giusto e un'estensione non adatta?

Io tendo a pensare che sia meglio la prima condizione, tu probabilmente ritieni meglio la seconda, ma prescindere totalmente da uno dei due fattori mi sembra sbagliato.

Questo ad esempio crea confusione, ad esempio nella testa di un principiante, dato che comunque attraverso il forum nessuno potrà dire con certezza se uno è un tenore o un baritono..

@valerio_vanni ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

Diceva un fisico che tutti i problemi hanno una soluzione semplice, solo che spesso questa è sbagliata.

..ok, ok, hai messo anche la frase ad effetto, bravo...ma per favore non ti stizzire se uno si azzarda a dire la sua....mi tolgo dalla discussione.

@nicolaj-ghiaurov ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

@citazione in Come si determina il registro vocale?:

In conclusione, per fare una parte è meglio un'estensione adatta e un timbro sbagliato o un timbro giusto e un'estensione non adatta?

Io tendo a pensare che sia meglio la prima condizione, tu probabilmente ritieni meglio la seconda, ma prescindere totalmente da uno dei due fattori mi sembra sbagliato.

Questo ad esempio crea confusione, ad esempio nella testa di un principiante, dato che comunque attraverso il forum nessuno potrà dire con certezza se uno è un tenore o un baritono..

Se, appunto, sul forum non troverà la risposta veloce che cerca è meglio approfondire la cosa.
Il forum è uno spazio in cui discutere, non un servizio dovuto all'original poster.

Se uno trova poco chiaro come è stato espresso qualcosa basta che lo dica.

@valerio_vanni ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

[ il suo è un "se", non un "solo se".

.

infatti è così.
certo cmq che se il do4 non riesci a ripèrodurlo, IN VOCE PIENA, tenore non sei.
vedi conservatorio....

poi valebros , sul discorso delle due ottave come cosa abbastanza comune...
..avrei dei serissimi dubbi.
io credo che, sempre parlando di voce piena, la stragrande maggioranza non va oltre l'ottava,ottava e mezza.

naturalmente tutto ciò con l'essere cantante o addirittura essere un bravo cantante NON HA NULLA A CHE VEDERE, COME HO GIA MOLTE LATRE VOLTE RIBADITO IN PASSATO.

ps:
senza contare poi "il fil rouge/falsettone Wink ", che molti all inizio scambiano per la voce piena.
ma anche questo non è peccato, visto ad esempio che la stragrande maggioranza, per non dire tutti, i metal singer, sono baritoni che nella terza ottava, ma anche prima, vanno di falsettone a tutto spiano.
orribile?
sbagliato?
..EPPURE, CI PIACE COSì TANTO.

...beat to the hill....beat for your life..

@valerio_vanni ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

Se questo cantante con una timbrica tenorile non riesce a fare bene l'80% delle parti da tenore e allo stesso tempo riesce a fare bene l'80% di quelle da baritono tu cosa gli faresti cantare, le cose fuori timbro o quelle fuori tonalità?

probabilmente si troverà molto male, perché avrà un timbro chiaro e gli toccherà cantare da baritono. Insomma sarà un baritono molto poco convincente... anche perché (secondo me) è un tenore che canta le parti di un baritono. Ma questo in fondo cosa c'entra con la classificazione? Il nostro dubbio è proprio su "che nome dare" ad una voce no? Il caso che hai citato tu per me sarà semplicemente un tenore con un'estensione da baritono...

@valerio_vanni ha scritto in Come si determina il registro vocale?:

Premesso che secondo me in natura c'è un notevole mix tra estensioni e timbriche e che le due cose non hanno una correlazione tanto stretta, perché proprio il punto di passaggio come caratteristica importante?

perché è una caratteristica piuttosto legata alla timbrica. Quanto meno molto più dell'estensione. Beh, almeno che sappia io, ovvio...

  • 38
    Post
  • 8325
    Visualizzazioni