la voce di Freddie Mercury, considerazioni

TAG: LaVostraMusica

Mi premeva discutere del grande Freddie Mercury, in special modo della sua vocalità (a titolo di curiosità). Il genio compositivo di quest'uomo è chiaramente indiscutibile ed indimenticabili sono i brani che hanno apposto quel marchio di fabbrica immediatamente riconoscibile ai Queen, che è quindi giustamente nell'olimpo dei grandi gruppi. Tutto ciò credo sia inconfutabile.
Freddie Mercury è stato (e continua ad essere) celebrato, a buona ragione, come una delle voci del secolo. Volendo, però, analizzare le sue capacità meramente vocali, quindi lasciando un momento da parte il discorso emozionale (nel quale chiaramente eccelleva), a me sembra di poter constatare che la sua forza fosse il timbro, limpido, ma non lo reputo personalmente uno dei più dotati cantanti che abbia mai incontrato, a livello puramente tecnico. Voi che ne pensate? A me pare che Andre Matos, che il cantante degli Skid Row (che tecnico non è mai stato, prima di spaccarsi), che il nostrano (oddio, a dire così pare che parlo di un prosciutto) Michele Luppi oppure Jeff Buckley... siano sensibilmente più dotati. E ce ne sono altri. Si tratta di tenori leggeri, come si sa. A titolo di curiosità, ripeto, e date queste premesse che esulano dal discorso comunicativo che dev'essere comunque proprio della musica, mi chiedo: Mercury era di corda tenorile? E' considerabile come grande voce in maniera abbastanza oggettiva?

beh... decisamente non aveva sta gran voce, in confronto a tanti altri...

però è quasi impossibile pensare alla sua voce senza avere i brividi...

non importa che voce hai ma come la usi...

e lui è decisamente stato uno di quelli che l'hanno usata nel migliore dei modi...

ti premetto che sono un tenore leggero e adoro le voci alte,però mi sembra di intuire dal tuo post ( magari mi sbaglio è) che per voce dotata ti basi solo sull'estensione...su questo nn sono d'accordo...a un cantante che sa emozionarti quando canta basta anke un ottava...a parte questa piccola premessa sono d'accordo sul fatto che mercury nn è sicuramente la voce piu tecnica che io abbia mai sentito,ma per meno tecnica naturalmente nn è che mi riferisco all'estensione...o quantomeno nn soltanto...tu hai citato dei cantati che sicuramente sono piu tecnici di lui però bisogna sempre vedere quanto questa tecnicn sia messa al servizio dell'espressività e della comunicazione....io penso che al di la della tecnica il canto serva per trasmettere emozioni a chi ascolta e in questo Mercury era un maestro....cio nn toglie che i vari Matos ,luppi etc etc...siano molto espressivi anke loro...

ps se ti piace matos vai qui
www.heroesofsand.com
la mia cover band degli angra e dimmi che ne pensi magari con un pm cosi nn zozziamo questo 3D

minkia mi si è impallato il pc e ho spammato come un maledetto!

Io adoro Freddie, e per me rimane la più bella voce maschile per ora mai prodotta da Madre Natura.
Devo dire che non so però se lui abbia mai preso lezioni di canto, e quindi se tutta quella voce e potenza fossero solo talento naturale o meno...qualcuno ne sa qualcosa in più in merito?

Che ti devo dire, se non aveva tecnica non posso che inchinarmi a tanto talento perchè forse è vero quel che dici, ma non ho mai sentito particolari difetti come da uno che non sappia cantare...quell'uomo CANTAVA, eccome!

E poi ti dirò che il fattore TIMBRO nel suo caso è devastante...cioè, non avesse avuto quel timbro, con la poca tecnica che magari aveva, forse non lo avrei amato tanto...ma con QUEL timbro lì, anche le eventuali mancanze passano nettamente in secondo piano!
Ovviamente qui si arriva ad un discorso soggettivo...a me piace quel timbro, magari ad un altro piace meno. Nun zo.

Oggettivamente forse non era il miglior cantante possibile...a livello di tecnica. Ma unendo tutto quello che aveva (talento, forse anche un po' di tecnica, carisma ecc) e che era, e tutto quello che poi ha scritto e musicato...be', viene fuori un MITO.

Ciau Vale. Hai centrato in pieno, probabilmente spiegando meglio, cosa intendevo. Non posso che esser d'accordo con te (in maniera particolare per la questione timbrica). Poi, approfondendo con chi lo sa, a fini puramente di curiosità mi piacerebbe sapere se Freddie Mercury fosse di corda tenorile o meno, perchè secondo me non è così scontato come potrebbe sembrare. Non ha mai preso lezioni di canto, per quanto ne sappia. Circa la sua potenza, non so se lui possa essere definito come cantante dalla voce "potente". Non sottovaluterei i fenomeni della post-produzione perchè fanno tanto, i tecnici. Live era un pò "maleducato", vocalmente, il nostro Sommo. Presentava, inoltre, i suoi brani in una tonalità (mi pare un tono sotto) che, volendo, era abbastanza lontana dalla produzione in studio. Questo mi fa pensare che non volesse rischiare e che nelle versioni-studio cantasse ai suoi limiti che assolutamente non avrebbe potuto valicare, se non altro con la preparazione che aveva (che quindi penso fosse poca). Che poi risultasse efficace per tutti i motivi che hai elencato... no doubt about it. Decisamente nessun dubbio. E' solo una mia curiosità, questa, un pò più specifica circa la natura delle corde di Freddie, che chiaramente non influisce sul suo operato. L'avevo precisato nel primo post ed è per questo che sono naturalmente d'accordo con i rilievi critici di kiske, al quale prometto di ascoltare la sua cover e la sua band al più presto.

@beat ha scritto in la voce di Freddie Mercury, considerazioni:

argomento già più volte trattato ed analizzato nel dettaglio

Scusate, ho provato a cercare la discussione cui si accenna, perché interessata all'argomento, ma senza successo.
Potete cortesemente indicarmi il link?

Grazie mille.

chi è Freddie??? quello bruciato col maglione verde e rosso che ha il guanto con gli artigli??? io conosco solo quello... Confused

per una volta provo a dire la mia su un cantante leggero...visto che almeno questo lo conosco!!! gli altri che hai portato come paragone, caro boh3mi4n...non li ho mai sentito (sono proprio un ignorante!!!)...dunque: tolta l'emozione e la pelle d'oca che mi viene tutte le volte che ascolto quella magica voce devo dire che, anche secondo me c'e' piu' natura che tecnica...ho poi alcune incisioni dal vivo dove canta veramente a vanvera!!! ma anche i suoi errori erano emozionanti...insomma: che cos'e' la bellezza se non un insieme armonioso di difetti?? baci.

@cigno ha scritto in la voce di Freddie Mercury, considerazioni:

per una volta provo a dire la mia su un cantante leggero...visto che almeno questo lo conosco!!! gli altri che hai portato come paragone, caro boh3mi4n...non li ho mai sentito (sono proprio un ignorante!!!)...dunque: tolta l'emozione e la pelle d'oca che mi viene tutte le volte che ascolto quella magica voce devo dire che, anche secondo me c'e' piu' natura che tecnica...ho poi alcune incisioni dal vivo dove canta veramente a vanvera!!! ma anche i suoi errori erano emozionanti...insomma: che cos'e' la bellezza se non un insieme armonioso di difetti?? baci.

Ciao cigno! In effetti, anch'io potrei postare link di esibizioni live che, come minimo, lasciano a desiderare dal punto di vista tecnico. Più che altro,la mia curiosità (ma giusto come tale, dato che genialità e capacità di emozionare son fatte salve dalla storia della musica leggera, prima che dalla mia opinione o da quella altrui

ah, capisco! ti diro', allora ne capisco ancora meno...sinceramente non sono in grado di capire "solo" in base all'estensione e al timbro nel canto leggero..meglio sentire l'opinione dei guru della musica leggera! baci.

@amber ha scritto in la voce di Freddie Mercury, considerazioni:

@beat ha scritto in la voce di Freddie Mercury, considerazioni:

argomento già più volte trattato ed analizzato nel dettaglio

Scusate, ho provato a cercare la discussione cui si accenna, perché interessata all'argomento, ma senza successo.
Potete cortesemente indicarmi il link?

Grazie mille.

Ok, mi rassegnerò a non leggere la discussione che cercavo.
Pazienza ... Crying or Very sad

Ragazzi, Freddy è il Dio del canto. Per me è indiscutibile. Io sono cresciuta a pane e Queen e senza aver ascoltato così tanto il grande Freddy non so se ora sarei la cantante che sono(nel bene e nel male).
Essendo una "selvaggia" del canto, che sta cercando di farsi addomesticare(ma non troppo) per me il valore di un cantante risiede solo ed esclusivamente nell'emozione che può trasmettere. Il come non mi interessa, se fa errori tecnici, per me non conta.
L'estensione non la reputo questa gran qualità, per il semplice fatto che di cantanti con voci iper estese ne è pieno il mondo, ma di cantanti che sanno raggiungere il cuore e scavare dentro, ce ne sono e ce ne saranno sempre solo una manciata.
Anche Robert Plant non possiede e non possedeva una voce tecnica ne eccezionale, ma ditemi voi se non trasmetteva oceani d'emozione come nessun'altro.

Non so, a me i giudizi prettamente tecnici sembra che lascino il tempo che trovano quando di tratta di Artisti.

ma sai il problema e' che il "trasmettere" e' qualcosa di molto soggettivo, ad esmepio a me dei queen piaceranno si e no 2 o 3 canzoni e non sono mai rimasto particolarmente affascinato da Freddy Mercury ne in un verso ne nell'altro, io poi lo sento spesso "graffiare" soprattutto quando sale, per carita' e' nel genere rock ci sta tutto anzi e' quasi dovuto, pero' ecco questa limpidezza timbrica non la rilevo, magari non ho capito a cosa vi riferivate. L'emozionalita' di un brano poi dipende molto anche dalla trama musicale (di cui la voce e' un elemento fra i tanti), dubito che Plant smuoverebbe i cuori anche cantando la sigla degli snorky. Per quanto riguarda i giudizi sulla tecnica io ritengo che alla fine chi suona altri strumenti s'e sbattuto, chi ha composto ed arrangiato il pezzo si e' sbattuto, mi semrba anche poco rispettoso arrivare davanti al microfono e magari sparare qualche stecca perche' dopo un po' ti si sfascia la gola, senza contare che ad una maggior consapevolezza dello strumento corrisponde anche una milgiore capacita' di gestione della stessa che milgiora la capacita' communciativa nell'atto del canto, secondo me. (quest'ultimo e' un discorso generico non so neanhe se il frontman della regina abbia studiato o meno).

unico nella sua voce,freddie mercury sapeva far capire agli altri cosa voleva trasmettere con le sue canzoni,le proprie emozioni. Se poi guardiamo quello che lui faceva nei concerti anche se a volte sbagliava nell'intonazione però è il segnale che lui trasmetteva quello che importava....e il segnale era sempre ben chiaro e preciso.
In fin dei conti se ha trascinato tanta gente c'è sempre un motivo perrkè un cantante anke non tecnicissimo ma che sa tirare fuori le proprie emozioni e farle capire a tutti può esser ben valoroso rispetto ad un altro che magari è tecnicissimo ma è freddo nelle emozioni. (personalmente apprezzo di piu i cantanti che tirano fuori quello tutto che hanno dentro e lo trasmettono agli altri).

@strangefruit ha scritto in la voce di Freddie Mercury, considerazioni:

Essendo una "selvaggia" del canto, che sta cercando di farsi addomesticare(ma non troppo) per me il valore di un cantante risiede solo ed esclusivamente nell'emozione che può trasmettere. Il come non mi interessa, se fa errori tecnici, per me non conta.
Non so, a me i giudizi prettamente tecnici sembra che lascino il tempo che trovano quando di tratta di Artisti.

Si... ma parli a titolo, per l'appunto, personale. Io, invece, nutro queste curiosità (perchè è ovvio che la statura di Freddie Mercury non si discuta mica) e volevo saperne di più, visto che artisticamente... non v'è nulla da aggiungere più di quanto la storia abbia già fatto. Tutto qui.

Si... ma parli a titolo per l'appunto personale. Io invece nutro queste curiosità (perchè è ovvio che la statura di Mercury non si discute mica) e volevo saperne di più, visto che artisticamente... non v'è nulla da aggiungere più di quanto la storia abbia già fatto. Tutto qui.[/quote]

Ma, certo, non credo che esista un modo di parlare -non personale- anche quando di parla di scienza.

Non voglio cadere nel dogmatismo, ma insomma, per me trattare Freddy Mercury come qualsiasi altro non è cosa fattibile, perchè lo reputo un gradino, se non una scala intera, sopra quasi tutti i cantanti.

E' che credo che là dove dimora l'Arte ci si debba sedere ed ascoltare..

Con l'ascolto le risposte arrivano, gestano nuove domande.

Iniziando a studiare canto mi sono accorta che appunto, è ciò che accade, si formulano nuovi interrogativi. Spesso però mi sono accorta che alcuni di questi snaturavano l'essenza della musica stessa.
Perchè musica è anche latamente scienza ma ricordiamoci il canto degli uccelli, lì la scienza arriva, ma non genera.

ieri ho sentito l'intervista a Margerita Hack. fazio le chiedeva dove risiedono i limiti della sua scienza. Lei ha risposto che questa può spiegare il come avvengono i fenomeni in natura. Ma il limite della scienza è il non poter dare risposta alla domanda sul perchè tali fenomeni accadono.

Lo so, sono andata fuori tema forse, ma io la vado così.

@citazione in la voce di Freddie Mercury, considerazioni:

kurt83 ha scritto: cantante anke non tecnicissimo ma che sa tirare fuori le proprie emozioni e farle capire a tutti può esser ben valoroso rispetto ad un altro che magari è tecnicissimo ma è freddo nelle emozioni. (personalmente apprezzo di piu i cantanti che tirano fuori quello tutto che hanno dentro e lo trasmettono agli altri).

concordo con te, ricordiamo pero' che il cantante deve ambire ad una prepazione tecnica tale da permettere di emozionare il pubblico; e' questo che spesso si dimentica: non e' vero che,in assoluto , tecnica=freddezza e passione=calore; a mio avviso la tecnica consente di conoscere i propri mezzi a tal punto da sapere come fare emozionare gli altri! per quanto mi riguarda, quando sento cantanti con poca tecnica e tanta passione, non provo esattamente nulla....ma anche questo e' soggettivo...

penso poi che l'emozione abbia svariate origini: il rapporto col pubblico, la gestualita' , il linguaggio comune, il "vissuto" comune; ma guai se il cantante dovesse "veramente" emozionarsi: con l'emozione la gola si chiude!!! diverso il discorso dell' "energia" emozionale che deve provare il cantante quando si esibisce, e di quella Mercury ne aveva da vendere!!!

@citazione in la voce di Freddie Mercury, considerazioni:

strangefruit ha scritto: Non voglio cadere nel dogmatismo, ma insomma, per me trattare Freddy Mercury come qualsiasi altro non è cosa fattibile, perchè lo reputo un gradino, se non una scala intera, sopra quasi tutti i cantanti

condivido la stima per questo cantante, ma , da lirico, sono abbastanza avvezzo a dissacrare i mostri sacri...non certo per presunzione o altro ma solo perche' discuterne e' un ottimo esercizio intellettuale; e credo che, in fondo, sia un po' lo spirito di questo forum...in fondo, se non potessimo parlare di Mercury...perche' possiamo parlare di Domingo??? baci.

  • 813
    Post
  • 151015
    Visualizzazioni