canto lirico, il meglio per la voce?

Niente sviluppa meglio la voce del canto lirico.
Siete d'accordo con questa affermazione? Voglio dire, è proprio necessario, dà davvero questa marcia in più anche a cantanti che poi si dedicano ad un altro tipo di canto? Non è meglio dedicarsi subito all'emissione che sentiamo più nostra?

@pneumonia ha scritto in canto lirico, il meglio per la voce?:

Non è meglio dedicarsi subito all'emissione che sentiamo più nostra?

io la vedo in maniera leggermente differente:
in situazioni ottimali, (ma direi più ideali...) sono d'accordo con made,
purtroppo la realtà è differente ed in giro, nella de-regolamentazione spinta del settore ci sono specialmente in ambito leggero parecchi ciarlatani che solo perchè hanno frequentato stage e corsi dei più fantasiosi (se esteri e/o con nomi altisonanti ancora meglio...) si sentono autorizzati a massacrare le voci dei loro allievi. In ambito lirico, sebbene esistano comunque pessimi insegnanti, c'è comunque una impostazione didattica, del fiato e dell'emissione che è maggiormente codificata e strutturata e che può comunque servirti in qualunque altro genere.

qualsiasi arte necessità di basi solide per poter essere portata al meglio di quanto possiamo fare. Per esempio per imparare a suonare uno strumento si consiglia di partire da un'impostazione classica e poi quando si sono acquisite delle basi si può passare a suonare jazz, pop...
però senza le basi classiche prima o poi ci si accorgerà di avere delle lacune...
Per la voce io credo che il discorso sia simile, nel Pop, dovendo spesso cantare con impostazioni particolari per cantare un determinato genere, a volte si sacrifica la tecnica per l'espressività con a volte danni ...

é pur vero che esistono bravissimi vocal coach che possono impostare la voce in maniera corretta, ma credo che per quanto riguarda le tecniche di respirazione quelle insegnate nel canto lirico siano quelle migliori...

Poi se uno decide di voler andare subito a cantare il Pop quella è una scelta, scelta che però potrebbe risultare dannosa per le basi necessarie

@pneumonia ha scritto in canto lirico, il meglio per la voce?:

Niente sviluppa meglio la voce del canto lirico.
Siete d'accordo con questa affermazione? Voglio dire, è proprio necessario, dà davvero questa marcia in più anche a cantanti che poi si dedicano ad un altro tipo di canto? Non è meglio dedicarsi subito all'emissione che sentiamo più nostra?

Ciao, piacere, Elisa, sono cantante lirica.
Penso che la respirazione sia una sola, indifferentemente si canti moderno o lirico. Il fatto dello "sviluppo" della voce è differente ma se una persona sente piu' suo un altro tipo di repertorio (Jazz, belting, moderno, rock) non necessariamente deve studiare lirico per avere le basi. Se le ha oltretutto deve capire come utilizzare ciò che le è utile e quello che deve invece togliere nell'ambito di un altro genere (vibrato, armonici, maschera). Fondamentale è conoscere e prendere consapevolezza del proprio materiale con la guida di un professionista serio. Ma non perdere tempo in inutili rigiri e complicazioni.
Ho ascoltato recentemente Matteo, l'ex concorrente di Amici che ultimamente e dopo qualche esperienza in campo lirico ha deciso di buttarsi definitivamente sul leggero, direi con risultati che a me piacciono molto. Ha "tenuto" ciò che gli era utile della trascorsa impostazione lirica soprattutto per arrivare alle note alte, ma senza giro della voce, perchè nella leggera non si usa.

  • 6
    Post
  • 1924
    Visualizzazioni